26 novembre 2016

Cantine

ELENCO PRODUTTORI:

CALABRIA

CAMPANIA

EMILIA ROMAGNA

LIGURIA

LOMBARDIA

PIEMONTE

SICILIA

TOSCANA

TRENTINO ALTO ADIGE

VALLE D’AOSTA

VENETO

MARCHE

FRIULI VENEZIA GIULIA

ABRUZZO

SLOVENIA

FOOD E ALTRO :

ABRUZZO

CAMPANIA

EMILIA ROMAGNA

LOMBARDIA

TOSCANA

SICILIA

 

ALTRO

 

CALABRIA

MASSERIA PERUGINI

L’Azienda Agricola “Perugini è”  un’impresa individuale condotta da Pasquale Perugini che, una volta completati gli studi in economia e commercio decide di seguire personalmente la gestione dell’azienda di famiglia.
Pasquale sempre attento all’aspetto puramente agricolo dell’azienda realizza nel corso degli anni un suo vecchio sogno, cioè di realizzare un agriturismo all’interno della Sua azienda.
Nasce così l’Azienda Agricola “Masseria Perugini”.
Dopo qualche anno ,più o meno fortunato, Pasquale decide di dare un nuovo corso alla Sua azienda agrituristica offrendo la gestione del vigneto di famiglia a Vivavì ,una nascente realtà vitivinicola calabrese. Vivavì non è altri che : Daniela De Marco e Giampiero Ventura.
L’entusiasmo dei nuovi collaboratori colpiscono Pasquale e dopo poco tempo la collaborazione si fa più ampia ed intensa, fino a sfociare in un vero e proprio sodalizio professionale!.
Ad oggi, Pasquale ed i “ragazzi” di Vivavì gestiscono insieme: la produzione dei vini, l’agriturismo, il B&B e parte della produzione agricola.

Indirizzo: C.da Prato, San Marco Argentano

Tel. 329 535 30 43

Mail: info@masseriaperugini.it

Sito: www.masseriaperugini.it

 

CAMPANIA

IL TUFIELLO

Il Tufiello è un’antica Azienda Agricola di 180 ettari che produce cereali e foraggi in alta collina (700 mt) nel comprensorio della Comunità montana Alta Irpinia. Ieri l’azienda era dedita alla pastorizia oltre che alla produzione dei cereali. Oggi trasformiamo e commercializziamo i nostri prodotti per accrescerne il valore in qualità e varietà. Da 1990 in nostri prodotti sono coltivati senza l’uso di sostanze chimiche e certificati biologici dell’Istituto Mediterraneo di Certificazione. Nel 2004 abbiamo realizzato in azienda una cantina, un mulino a pietra, un laboratorio per la produzione di pasta biologica, un laboratorio per la lavorazione dei pomodori e del miele.
Frutto della passione di Guido Zampaglione – che già conosciamo per gli ottimi vini che produce in Piemonte nella sua Tenuta Grillo – questo Fiano è veramente strabiliante ed eccezionale. Un vino nuovo e diverso, ottenuto con il metodo della vinificazione in rosso (fermentazione sulle bucce), di grande originalità, totalmente coinvolgente. Un’altra perla dalle mani della famiglia Zampaglione.

Indirizzo: Strada Statale 399, Km 6 Calitri (AV)

Telefono: 0131 709176 – 339 5870423

Mail: info@tenutagrillo.it

 

EMILIA ROMAGNA

SOLENGHI GAETANO

L’azienda vitivinicola Solenghi Gaetano è una piccola cantina a conduzione familiare. Le vigne sono poste sulle colline del lato ovest della Val Tidone. L’esposizione al sole e i terreni marnosoargillosi nonché una cura attenta dei vigneti effettuata con metodi naturali fanno si che la qualità delle uve sia elevata. La qualità è la nostra filosofia. Qualità vuole dire rispetto del territorio, della vigna, dell’ambiente e, la cosa più importante, rispetto del cliente fornendo vini dal gusto inimitabile seppur rispettoso della tradizione piacentina. Fiore all’occhiello di questa piccola cantina sono i vini riserva, Gutturnio e Barbera, che vengono messi in vendita dopo molti anni di invecchiamento e solo dopo che i vini hanno raggiunto il giusto grado di maturazione. Solenghi è uno dei pochissimi produttori piacentini che con grande serietà e grandi sforzi mette a disposizione dei propri clienti annate diverse anche molto vecchie. Anche in cantina si lavora in modo assolutamente naturale. Dopo la pigiatura il mosto fermenta in grossi tini d’acciaio o vetroresina. La svinatura viene effettuata dopo una lunga lunga permanenza sulle bucce, in modo da assicurare l’estrazione di tutti i sapori e i profumi che nelle bucce risiedono. Non vengono impiegati lieviti selezionati, ma solamente i lieviti naturali delle uve.L’affinamento prosegue sempre in cisterne in acciaio o in vetroresina, mentre per i vini destinati all’invecchiamento vengono impiegate le botti di rovere dove il vino sosta a lungo prima dell’imbottigliamento. L’affinamento prosegue ancora per anni dopo la messa in bottiglia.

Indirizzo: 29011 Corano di Borgonovo Valtidone (Piacenza)

Telefono: 0523/860352

Mail: info@solenghigaetano.com

Sito: www.solenghigaetano.com

 

AZ. VITIVINICOLA LUSENTI

Con 17 ettari allevati a Guyot in riconversione al biologico, coltiva principalmente vitigni autoctoni o del territorio, Bonarda, Barbera, Malvasia di Candia Aromatica, Ortrugo. L’impostazione a carattere familiare dell’azienda permette di seguire personalmente tutte le fasi di lavorazione sia nel vigneto che in cantina. I vini sono il risultato della nostra terra, diversi da annata ad annata.

Indirizzo: Località Case Piccioni, 57, 29010 Ziano piacentino PC

Telefono: 0523 868479

Mail: info@lusentivini.it

Sito: www.lusentivini.it

 

IL MAIOLO

L’azienda è certificata ICEA, le uve e le altre produzioni sono biologiche. In vigna solo rame e zolfo, utilizzando oltretutto i prodotti con minore tenore di metallo pesante disponibili. Inerbimento naturale tra i filari, potature corte, diradamenti all`invaiolatura. La raccolta è manuale in cassette da 15 kg. Viene effettuata in modo frazionato per far arrivare alla cantina uve perfettamente mature e sane. Il processo di vinificazione è semplicissimo, alla pigiadiraspatura fa seguito una lunga sosta sulle bucce, che solitamente si conclude al termine della fermentazione alcolica. L`affinamento viene effettuato, a seconda delle uve, in legno grande (botte o tino) barrique fino di terzo passaggio, e una parte in acciaio. Dopo l`assemblaggio del vino fa seguito un lungo affinamento in bottiglia. Visto che il Maiolo produce solo vini adatti ad un lungo affinamento, particolare attenzione viene riservata ai tappi. Solo sughero della migliore qualità e lunghezze adeguate per la durata negli anni.

Indirizzo:  Località Cassano 29028 Ponte dell’Olio

Tel.: 339 2229332

Mail:  fr.torre@libero.it

Sito: www.ilmaiolo.it

 

PODERE CERVAROLA

L’azienda agricola “Podere Cervarola” nasce dal desiderio di realizzare un progetto autentico, alimentato da anni di studi e grande passione per l’agricoltura sostenibile  e l’enologia naturale.  L’azienda nasce nel 2015 in località Villabianca, presso un podere di una decina di  ettari denominato “Cervarola”, a circa 300 m slm sulle prime colline modenesi. Il terreno è vitato in parte a lambrusco grasparossa e nelle stagioni successive è in programma l’impianto di varietà autoctone locali per valorizzare il territorio e recuperare tradizioni viticole passate. L’azienda produce anche cereali e sta progettando la realizzazione un piccolo appezzamento di frutti rossi (goji, lamponi, more). In vigna si seguono rigorosamente i principi di agricoltura biologica. La scelta di lavorare in biologico ha in primo luogo la finalità di salvaguardare la fertilità del suolo, la salute dell’ambiente e dell’uomo ed in secondo luogo la gestione in bio consente ai diversi vitigni di esprimere a pieno il terroir. Per la difesa fitosanitaria vengono utilizzati unicamente rame e zolfo di miniera e corroboranti naturali come macerato di ortica,  Ampelomyces Quisqualis e Trichoderma sp. Gli interventi sui vigneti come potatura, spollonatura, cimatura, vendemmia…. sono eseguiti tutti manualmente. Le uve vengono raccolte manualmente e conferite in cantina dove si cerca di realizzare un processo di vinificazione naturale. Infatti i mosti non subiscono nessun controllo di temperatura, nessuna chiarifica né filtrazione, nessuna aggiunta di lieviti né di enzimi. Il vino in primavera, con luna calante, viene poi messo in bottiglia dove avverrà la rifermentazione naturale. Tali scelte enologiche sono volte al recupero delle antiche tradizioni e consentono ai diversi vitigni di esprimere le diverse caratteristiche organolettiche e del territorio.

Indirizzo: Via Castevetro, 41050 Villabianca (MO)

Tel: 335/8093194

Mail: adellacasa@virgilio.it

Sito: www.poderecervarola.it

 

AZ. AGR. BRAGAGNI

La Romagna del vino riserva spesso piacevoli sorprese quando la passione, l’artigianalità e la volontà di recuperare le tradizioni, guidano le mani del vignaiolo. Spingersi dal borgo medioevale di Brisighella (RA) in località Fognano ed arrampicarsi sulla collina alla ricerca di Andrea Bragagni, è un’esperienza che ogni appassionato di vino naturale dovrebbe vivere per comprendere ciò che significa far fiorire il primitivo legame del vitigno con la sua terra.

Andrea vive con semplicità a contatto con la natura in compagnia di sua moglie Valeria che lo segue dal 1998 nella riscoperta di quelle varietà autoctone, patrimonio della Romagna più autentica, che elabora con intelligente sapienza contadina. In campagna ed in cantina la filosofia produttiva è la stessa: produrre con il minimo intervento e con le minori sollecitazioni possibili, valorizzando annata e territorio.

Tre gli ettari vitati con filari distesi in una vallata incontaminata circondata da boschi posta a 350 mt. di altitudine. Il territorio collinare si distingue per un substrato a matrice per lo più sabbiosa sul quale è presente roccia fragile e sedimentaria di natura calcarea denominata “Galestro”. Vitigni e vini, indigeni di razza, mostrano completa sinergia con questi luoghi concedendo frutto e mineralità, tannino, sapidità e generosa alcolicità. La Romagna, terra di Sangiovese, si concede qui con bianchi di carattere, da Andrea intitolati agli uccelli quasi per coniugare l’elemento aria con l’impronta terrestre, solida e materiale, in una primordiale sinergia che ritroviamo nel bicchiere. Inconsuete le bottiglie, dallo stile personalissimo, capaci di condensare i più immediati caratteri del frutto con le più complesse sensazioni aromatiche per un profilo mai banale, di grande bevibilità, incline all’invecchiamento.

Indirizzo: Via del Suffragio,52 – Fognano/Brisighella (RA)

Tel.: 3394700143

Mail: postmaster@bragagni.com

Sito: www.bragagni.com

 

AZ. AGR. TRE RII

Voglio valorizzare il territorio raccogliendo da vecchi meli sia di proprietà che no. Meli non di frutteto, per cui in equilibrio con l’ambiente, senza bisogno di chimica in nessun momento . Solo così valorizzi un territorio e non lo danneggi. Vorrei creare una micro economia nell’alta val Baganza e val Parma. Il futuro per salvare le biodiversità non è impiantare nuovi frutteti/vigneti monovarietali, ma raccogliere quello che è già presente sul territorio. Sulle pendici del monte Montagnana, nel comune di Calestano, a 1000 mt slm la mia famiglia da generazioni possiede un podere di circa 80 ettari denominato Casarola. Essenzialmente costituito di bosco ceduo, 6 ettari di prato ed un bel casolare con una sorgente di acqua freschissima. Per raggiungerlo occorre percorrere 7 Km di strada sterrata. Come in tutti i poderi di montagna, nel mezzo dei prati trovano dimora alcuni alberi da frutto che un tempo integravano il reddito e davano riparo dal sole durante la sfalciatura estiva. Quei meli, oramai centenari, e che non hanno mai visto nessun preparato chimico, vengono raccolti e le mele pigiate per la produzione del Sidro. Infatti, non disponendo di uva a causa dell’altitudine e delle ristrettezze economiche, fino agli anni ’50 era consuetudine in tutte le alte valli emiliane farsi “al ven ed pom“. Dopo alcuni anni di produzione personale ho deciso di “provarci”, per cui dando fondo a tutti i miei risparmi, ho acquistato un’antica casa torre risalente al 1694 in località Tre Rii nel comune di Corniglio e qui ho avviato la mia azienda agricola. Nella vecchia stalla e fienile ho ricavato un magazzino e una cantina per la produzione del Sidro, nel giardino ho messo a dimora alcune piante di melo rosa e posizionato le arnie per miele e idromele, mentre nella torre è presente il B&B per ospitare chi vuole visitare la mia Sidreria, il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano oppure caseifici e/o prosciuttifici.

Indirizzo: loc. Tre Rii, 30 Beduzzo di Corniglio 43021 (PR)

Tel.: 349/4120109

Mail: agricolatrerii@gmail.com

Sito: www.agricolatrerii.it

 

TERRAQUILIA

Nata dall’amore per la terra e per i suoi frutti, nel pieno rispetto dell’ambiente, la nostra cantina TERRAQUILIA si trova nel comune di Guiglia (MO), inserita in un contesto naturale incontaminato. Il proprietario Romano Mattioli l’ha voluta e pensata per tutti coloro che amano e apprezzano il vino come espressione di una filosofia produttiva che ha radici antiche. A circa 450 metri sul livello del mare, le vigne e la cantina sono curate nel rispetto della tradizione, legata ai cicli delle stagioni e ai ritmi lenti e meditati della natura, creando un giusto equilibrio fra vigna e vino. Tutte le nostre proposte interpretano la tradizione di queste terre che ci è stata tramandata dai primi veri produttori di vino naturale, i nostri antenati contadini che, senza il supporto della tecnologia moderna, sapevano sfruttare l’andamento delle stagioni per controllare le fasi della fermentazione. La nostra proposta di vini spazia dal Lambrusco al Cabernet al Malbo Gentile, fino a delicati vini bianchi e rosati a RIFERMENTAZIONE NATURALE IN BOTTIGLIA. Proponiamo anche frizzanti e spumanti ai quali è stato tolto il naturale sedimento con una sboccatura “à la volée”. Vogliamo che i nostri vini siano un’espressione autentica del loro territorio di origine. Per questo vinifichiamo direttamente in azienda solo le uve dei nostri poderi di Guiglia: Conca d’oro, Fratelli Bandiera e Riva di S.Antonio.  La nostra azienda nasce dunque con un obiettivo, o meglio, una missione: recuperare i metodi produttivi del passato per coglierne gli aspetti fondamentali ed integrarli con le nuove tecnologie esclusivamente per garantire la qualità dei nostri prodotti. Il nostro costante impegno va dunque nella direzione di limitare al massimo ogni alterazione: in primo luogo delle uve, sia durante la raccolta (a mano ed in cassetta) che in fase di pigiatura (con presse morbide), e quindi del vino in tutte le fasi produttive che avvengono in cantina (ad esempio con l’imbottigliamento “a caduta” non utilizziamo pompe). In qualità di produttori di vino naturale, siamo fermamente convinti che sia possibile vincere questa sfida: regalare agli amanti del vino un prodotto che, pur garantendo la sua qualità per un periodo di tempo adeguato, conservi in sé tutto quel mondo di aromi, profumi, emozioni che possono essere preservati ed esaltati soltanto con la riscoperta dei metodi produttivi della nostra tradizione.

Indirizzo: Via per Marano 583 – Guiglia (MO)

Tel.: 059.931023

Mail:  info@terraquilia.it

Sito: www.terraquilia.it

 

FERRETTI VINI

“Il Vino si fa in vigna” …anche il nostro Lambrusco

E’ questa infatti la nostra filosofia, secondo cui lavoriamo i nostri vigneti allevati per lo più a guyot, rievocando i principi tramandati dalla tradizione contadina della nostra famiglia.

“La téra l’é başà”  …per piantare le barbatelle, pulirle e liberarle dall’erbacce, seguirle e drizzarle nei primi 3 anni antecedenti la produzione , per lavorare il terreno zappandolo affinchè le radici vadano in profondità dando vigore alla vite. E’ bandito ogni utilizzo di diserbanti ed essicanti infatti che potrebbero intaccare il prodotto lasciando traccia nel vino finito. Sì la terra è fatica, ma in prospettiva alla qualità lavorarla è la cosa giusta. “Fammi povero che ti farò ricco” … è la nostra linea guida in fase di potatura sia invernale che primaverile, effettuata manualmente secondo l’innovativo metodo conservativo Simonit & Sirch che salvaguardia la vitalità e l’integrità dei vigneti. La giusta selezione dei germogli ci permette di ridurre le rese e perseguire la qualità. “Chi vuole tutta l’uva non ha buon vino” … per questo crediamo fermamente nella vendemmia manuale che è sì festa in cui si raccolgono i frutti di tanto lavoro, ma soprattutto è momento di attenta selezione delle uve secondo il loro stato di salute e maturazione. Solo uve sane e ricche ci permettono di ridurre al minimo gli interventi in cantina per ottenere così un Lambrusco NATURALE. Dipendiamo fortemente tuttavia da i tanti fattori climatici che caratterizzano ogni vendemmia e che possono dar vita a vini differenti da un’annata all’altra, ma d’altronde così è la Natura.

Indirizzo: Via G. Matteotti, 56 Case Cocconi 42040 Campagine  (RE)

Tel.: 346/1278952

Mail: info@ferrettivini.it

Sito: www.ferrettivini.it

 

LIGURIA

AZ. AGR. SANTA CATERINA

Ci troviamo in prossimità della cittadina di Sarzana, nell’estrema Liguria di Levante, al centro della valle dove scorre il fiume Magra, tra il promontorio marino di Montemarcello (riva destra) e le colline che discendono dalle Alpi Apuane (riva sinistra).
Santa Caterina è una collina composta da una terra rossa argillosa, il più grande dei quattro poderi che costituiscono la nostra azienda agricola. Formata da terrazze e declivi, ora più dolci, ora più ripidi, vi si trova la maggior parte delle vigne di Vermentino, assieme alle vigne di Albarola e Sangiovese. Non lontani, in direzione del mare, gli altri poderi a vigna e ulivo denominati Ghiarétolo (vigna di Merlot, Merla, Ciliegiolo), Giuncàro (vigna di Sauvignon b. e Tocai), e Segalàra (vigna di Vermentino). Questi tre poderi si trovano su terrazze alluvionali ghiaiose e ciottolose. Complessivamente 7,5 ha di vigneto e 3 ha di uliveto.
L’ulivo è presente in tutti i poderi, ai margini dei vigneti, ma la concentrazione maggiore delle piante si trova nel podere di Ghiarétolo, con varietà di Frantoio, Leccino, Muraiolo, Pignola.

Indirizzo: Via Santa Caterina, 6 – 19038 Sarzana (SP)

Telefono: 0187 629429

Sito: www.santacaterina-sarzana.it

 

AZ. AGR. STEFANO LEGNANI

Ci sono vini che mi conquistano totalmente. Il Ponte di Toi è uno di questi.
E’ un Vermentino in purezza, la zona è Sarzana, frazione Badia.
Il produttore, Stefano Legnani, fa parte di VinNatur. Un solo ettaro vitato. Produzione piccola, vigneti con meno di cinque anni.
E’ stato lui, contattandomi via Facebook, a chiedermi se poteva inviarmi due bottiglie. Entrambe 2011. Una di Ponte di Toi e una senza etichette, ma con un nome importante: Loup Garou. Tributo a Willy De Ville, e già questo basterebbe.
Il Loup Garou è lo stesso Vermentino del Ponte di Toi, che però sosta più lungamente sulle fecce. Una vasca di 6 quintali che Legnani ha imbottigliato da poche settimane. Un vino che deve ancora farsi appieno, che va aspettato: ma che crescerà. Ve lo consiglio sin d’ora.
Riguardo al Ponte di Toi, alcuni amici come Carlo Tabarrini di Cascina Margò me ne avevano parlato bene. Confermo: l’unico difetto è che se ne trova poco. La produzione è davvero esigua. Il costo è sui 7 euro in cantina, al ristorante dipende. Cercatelo e provatelo. Lo faccio rientrare in quei vini quotidiani, bianchi e sufficientemente macerati, che sanno essere encomiabili – e mai invadenti – compagni di viaggio. Un po’ come il Trebbiano Spoletino di Collecapretta (così capite il target).
Ponte di Toi è il nome della località in cui sorgono i vigneti. Nessun prodotto chimico in vigna. In cantina fermentazioni spontanee sulle bucce per sette giorni. Niente controlli di temperatura, né chiarifica o filtratura. Uso limitato di solfiti. Come è stato notato da qualche osservatore, anche nei commenti a questo post, si avverte inizialmente una lieve rifermentazione spontanea in bottiglia, che svanisce però dopo pochi minuti.

Indirizzo: Via de Molini 72 – Bradia, 19038 Sarzana

Telefono: 3482229695

Mail: s.legnani@legnani.com

 

LOMBARDIA

1701
Cantina biodinamica (Renaissance des Appellations) e certificata biologica di 10,5 ettari. Produzione di circa 60 mila bottiglie suddivise in 5 prodotti: 1701 Franciacorta Brut, 1701 Franciacorta Satèn, 1701 Franciacorta Rosé, 1701 Franciacorta Vintage Millesimato 2011 e Sullerba (rifermentato in bottiglia non filtrato non dosato, non sboccato). I nostri vini sono tutti non dosati e hanno un affinamento minimo sui lieviti di 30 mesi.
Crediamo in un approccio lontano da ogni forzatura e intervento chimico che è anche una filosofia di vita, un modo per avvicinarsi alla vigna, comprenderla e rispettarla nel suo ciclo vitale fino a quando, nella bottiglia, essa esprime pienamente la sua vitalità, il carattere e le virtù.
Siamo riusciti a coniugare un prodotto pulito, fresco ed elegante con un’agricoltura che rispetta la vigna, creando le migliori condizioni naturali per farla essere sana e forte.
Indirizzo: Piazza Marconi 6 – 25046 Cazzago San Martino (BS)

Telefono: 030 778 0875

Mail: info@1701franciacorta.it

Sito: www.1701franciacorta.it

 

LE STRIE

Piccola realtà di viticoltori (Luciana, Marisa, Paolo e Stefano) che coltivano direttamente circa un ettaro di vigneto: la maggior parte delle uve è di loro produzione e solo una piccola parte viene acquistata.
La produzione media di bottiglie è molto limitata: attualmente sono circa 7500.
Tutti i loro vini sono di tipo tradizionale ed esprimono in modo inequivocabile le caratteristiche delle uve Nebbiolo allevate in Valtellina.
I prodotti sono tre: Valtellina Superiore docg (con rinforzo di uve appassite), Sforzato docg, Terrazze Retiche di Sondrio Nebbiolo igt.
Tutte le uve provengono dalle sottozone del Valtellina Superiore note come Sassella, Valgella e Grumello. Le produzioni di uva sono, in media, di circa 60 quintali per ettaro: molto inferiore a quanto prevede il disciplinare di produzione ma è un passaggio necessario per la produzione di vino di qualità.
In cantina lavorano in modo tradizionale: il Valtellina Superiore docg e lo Sforzato docg dopo la fermentazione in recipienti di acciaio vengono affinati in botti grandi di rovere; il Terrazze Retiche di Sondrio Nebbiolo igt è vinificato e affinato solo in acciaio.

Indirizzo: Via Sant’Ignazio, 23026 Ponte In Valtellina SO

Telefono: 340 293 5760

Mail: info@lestrie.it

Sito: www.lestrie.it

 

CASA CATERINA

Casa Caterina è il simbolo di una Franciacorta che approssima il proprio ideale produttivo a quello dei piccoli récoltant-manipulant della regione di Champagne, in Francia, con la volontà di allontanarsi dagli schemi canonici della produzione media italiana per generare vini di grande complessità e struttura, destinati a incontrare i favori del tempo dopo lunghe evoluzioni. Siamo a Monticelli Brusati, uno dei comuni che fa parte del disciplinare Franciacorta DOCG ma Aurelio Del Bono non è interessato a questo riconoscimento “restrittivo”, vuole esprimere in libertà il suo modo di fare vino. Scelta coraggiosa che forse non rispetta certe regole ma rispetta la natura. La fermentazione spontanea, i lieviti indigeni, l’uso di metodi naturali, biodinamici, la selezione manuale dell’uva, la lunga permanenza sui lieviti e la sboccatura manuale “à la volée” raccontano il lungo e faticoso lavoro che si fa a Casa Caterina.

Indirizzo: Via Foina, 32 – Monticelli Brusati (BS)

Telefono: 328 2123573

Mail: info@casacaterinametodoclassico.it

 

AZ. AGR. ANTONIO LIGABUE

L’azienda di Antonio Ligabue nasce nel 2004 dal desiderio di produrre vini naturali, con due ettari di terreno dislocati in 5 diversi vigneti nell’area compresa fra Cerveno e Sellero, in Val Camonica (BS). Qui si coltivano uve a bacche rosse, come il Fumin, Cornalin, Merlot, Ciliegiolo e Barbera, ma anche uve bianche, come il Petite Arvine, lo Chardonnay e il Muller Turghau, per produrre diverse etichette. In totale si conta una produzione di circa 4 mila bottiglie all’anno, prodotte nella cantina dell’azienda a Capo di Ponte, situata proprio in centro al paese, dove avvengono tutte le fasi di lavorazione del vino che seguono la vendemmia, attraverso l’uso di botti in acciaio o cemento per la fermentazione e di barrique o tonneau durante la maturazione. Tutti i trattamenti in vigna sono volutamente privi di fertilizzanti e pesticidi di sintesi, così come gli interventi in cantina hanno abolito l’uso di anidride solforosa ed elaborazioni chimiche. Secondo la filosofia dell’azienda, a differenza di vini tecnicamente perfetti ma di scarsa personalità, è preferibile dare vita a vini che rispettino l’autenticità degli uvaggi e del territorio. Così nascono le produzioni di questa realtà, mantenendo integro il rispetto per l’ambiente e la natura

Indirizzo: Via Stazione, 8 – Capo di Ponte (Bs)

Telefono: 346 0119687

Mail: antoliga@libero.it

 

AZ. AGR. MILANESI STEFANO

L’azienda è situata a Santa Giuletta, in frazione Castello, sulla prima fascia collinare dell’Oltrepo Pavese che si alza sulla pianura padana. I vigneti si trovano a un’altitudine tra i 170 e i 280 metri s.l.m.. L’area gode di un microclima ideale ed è storicamente vocata alla produzione di vini di qualità con testimonianze che risalgono all’anno 1000. Il terreno particolarmente caldo per la presenza di tufo e arenaria, le correnti del Golfo del Tigullio e l’esposizione dei vigneti da sud-est a sud-ovest garantiscono una maturazione delle uve anticipata a seconda delle annate di 8-15 giorni rispetto ad altre aree similari. I diversi terreni e le diverse condizioni microclimatiche consentono la coltivazione nelle microzone più calde di vitigni autoctoni(Croatina) o alloctoni(Cabernet Sauvignon).Quelle più fresche e con maggiori escursioni termiche sono invece destinate al Riesling Italico e soprattutto al Pinot Nero che qui raggiunge livelli qualitativi eccezionali.

Indirizzo: Strada Vecchia per il Castello 4 Fraz Castello 27046

Telefono: 0383 801960 – 339 2762263

Mail: milanesi.stefano@inwind.itinfo@stefanomilanesi.it

Sito: wwwstefanomilanesi.com

 

SCAPIGLIATA

I vini, espressione delle varietà di uve e del territorio dal quale provengono, nascono dal nostro lavoro nei vigneti e in cantina, curato sempre in prima persona e con grande attenzione, con inventiva e curiosità costanti.Durante il processo di trasformazione le uve vengono lavorate con il minor impatto possibile per ottenere un prodotto di fine qualità e sano.Lavoriamo con lieviti indigeni e con lieviti selezionati NO OGM, interpretando quanto richiede la materia prima, cioè il vino stesso.

Indirizzo: Via A. B. Michelangeli,122 Brescia

Telefono: 3393265871

Mail: scapigliatasa@gmail.com

 

AZ. AGR. BRESSANELLI FORTUNATO

Micro azienda che produce annualmente circa 1300/1500 bottiglie, suddivise in barbera,cabernet sauv. e merlot, i tre vitigni sono coltivati in modo rigorosamente biologico in vigna e altrettanto rigorosamente naturale in cantina.

Indirizzo: Via Pezze, 6 – 25050 Sellero  (BS)

Telefono: 334/7778028

Mail: tatosilvano@gmail.com

 

TORRAZZETTA

L’Azienda, fondata nel 1883, è situata sulla prime colline dell’Oltrepo Pavese ed è condotta dalla nostra famiglia da 4 generazioni.
Torrazzetta è diventata nel 1984 la prima Azienda Vitivinicola Biologica dell’Oltrepo Pavese
ed una delle prime in Lombardia.
I nostri 14,5 ettari di vigneto si trovano tutti in comune di Borgo Priolo, ad un’altitudine tra i 150 e i 250 metri s.l.m., e vengono trattati esclusivamente con rame e zolfo e concimati con sovescio e concimi organici.
Coltiviamo, raccogliamo e vinifichiamo solo le migliori uve di produzione aziendale, minimizzando gli interventi in cantina.
Svolgiamo in loco tutte le attività produttive, dalla pigiatura all’affinamento (in acciaio o barrique di secondo o terzo passaggio) fino all’imbottigliamento che avviene per la maggior parte dei vini senza filtrazione.
Siamo inoltre una delle poche cantine in Oltrepò Pavese a svolgere direttamente tutte le fasi della Spumantizzazione Metodo Classico: tiraggio, remuage manuale, sboccatura manuale.
Ogni anno solo il meglio della produzione viene destinato all’imbottigliamento, per un totale di 25.000 / 30.000 bottiglie a seconda dell’annata, suddivise tra Spumanti Metodo Classico, Bianchi, Rossi, Rossi affinati in barrique e Vini da Dessert, oltre all’ultimo nato, un Orange Wine da Malvasia di Candia aromatica.

Indirizzo: Loc. Torrazzetta, 1 Borgo Priolo (Pavia)

Telefono: +39 0383/871041

Mail: sergio@torrazzetta.it

Sito: www.torrazzettavini.it

 

AZ. AGR. BARBARA AVELLINO

L’azienda è ancora in fase di consolidamento, ogni anno introduco nuove attività: nel 2011 la prima vinificazione ufficiale; nel 2012 un nuovo impianto; dal 2013 ho cominciato ad allevare api e ad aprire la mia azienda a percorsi di formazione/specializzazione per operatori del settore ma anche per appassionati o curiosi; dal 2014 si è aggiunto un altro pezzetto di terra che mi darà un nuovo vino, frutta e piante aromatiche.
Al momento, insieme ad altri produttori del territorio, stiamo cercando di fare rete attraverso un marchio collettivo di qualità ed eventi progettati e realizzati insieme, per moltiplicare le risorse e mettere a frutto le competenze ed esperienze individuali.
Dal 2014 l’azienda è inserita nel circuito WWOOF: un movimento mondiale che mette in relazione volontari e progetti rurali naturali promuovendo esperienze educative e culturali basate su uno scambio di fiducia senza scopo di lucro, per contribuire a costruire una comunità globale sostenibile.

Indirizzo: Fraz. Ca’ Nova, 2 – 27040. Rovescala (PV) – Italia

Telefono: 0385 765110

Mail: info@barbaravellino.it

Sito: www.barbaravellino.it

 

AZ. AGR. VERCESI DEL CASTELLAZZO

Già all’inizio del Settecento, in un inventario dei Padri Barnabiti, la collina di Pezzalunga era descritta come una terra ove si coltivava la vite. È sui terreni di questa collina che l’Azienda Agricola Vercesi del Castellazzo possiede le proprie vigne, che si estendono per circa 20 ettari su terreni di origine mio-pliocenica, composti da argille marnose. Dei circa 20 ettari che costituiscono la proprietà, 18 sono coltivati a vigneto specializzato con esposizione a Sud. I vitigni impiantati sono: Croatina, Barbera, Pinot Nero, Ughetta e Cabernet Sauvignon con sesti d’impianto che arrivano fino a 7000 ceppi per ettaro e con forme d’allevamento a Guyot ed a Cordone Speronato. La filosofia aziendale è comunque mirata alla massima qualità possibile, mediante l’uso di pratiche come la potatura corta ed il diradamento dei grappoli in eccesso, cioè una bassa produzione per ettaro. L’azienda produce vini naturali e fa parte dell’associazione VinNatur. Dal 1995 applichiamo i regolamenti comunitari per un minore impatto ambientale e in vigna e in cantina operiamo nel rispetto della natura utilizzando pratiche agronomiche quali l’inerbimento totale del vigneto, il non utilizzo di diserbanti, la trinciatura dei tralci potati per evitare di sottrarre troppe sostanze al terreno stesso e l’impiego di soli rame e zolfo come anticrittogamici. Non usiamo anidride solforosa in vinificazione, ma solo in basse quantità nell’imbottigliamento. Non usiamo lieviti selezionati ma solo i nostri lieviti autoctoni. Sui vini affinati in legno, non pratichiamo alcuna filtrazione. Tutto nel profondo rispetto di ciò che produciamo.

Indirizzo:  Via Aureliano Beccaria 36 – 27040 Montù Beccaria (PV)

Tel.: 335.5456320

Mail: vercesicastellazzo@libero.it

Sito: www.vercesidelcastellazzo.it

 

MARIO GATTA

L’azienda in oggetto, attiva in quella zona orientale della Franciacorta (parlo dell’areale che da Rodengo Saiano arriva a Gussago e Cellatica) che per anni è stata un po’ “snobbata” ma che da qualche tempo sta offrendo significative sorprese, grazie alla capacità di conferire peculiare personalità e carattere ai vini che ne sono espressione, vanta una ventina d’anni di storia produttiva, arrivata due decenni dopo rispetto a quando la famiglia Gatta, negli anni Sessanta, giunse a Gussago da Bovegno in val Trompia.
Fu Mario Gatta, figlio di Angelo, a togliersi la soddisfazione di produrre vino in questa zona di alta collina, dove i vigneti sono spesso terrazzati, e il terreno dotato di un consistente substrato di roccia calcarea. A Mario e alla moglie si sono oggi affiancati i figli Nicola e Giuseppe, piacciono i Franciacorta lungamente elaborati e affinati senza fretta in cantina, tanto che producono da metà anni Novanta un millesimato, denominato Arcano, che riposa sui lieviti qualcosa come 10-11 anni. Il loro modo di lavorare prevede che i vini di base non si affinino in legno, ma le liqueur utilizzate sono costituite da vini dell’azienda lungamente affinati in barrique, e anche per gli altri vini della gamma il tempo non viene mai lesinato.

Indirizzo: via Badia 70 Cellatica BS

Telefono: 030 314649

Mail: info@famigliagatta.it

 

CASTELLO DI STEFANAGO

Siamo in Lombardia, sulle colline a sud del fiume Po, tra i 350 e i 500 metri sul livello del mare, nell’Azienda Vitivinicola Biologica Castello di Stefanago, qui Antonio e Giacomo Baruffaldi coltivano le uve e producono i loro vini. Impegno, passione e costante ricerca per innovare nella tradizione gli elementi che ispirano il loro lavoro. Al Castello di Stefanago il vino “si fa in vigna” e tutte le uve sono esclusivamente coltivate in azienda. “Intuitivi” è la parola che meglio definisce i vini del Castello di Stefanago, perché sono vini da degustare e da scoprire, che si evolvono a poco a poco nel bicchiere, e che in maniera diretta raccontano il lavoro in vigna ed in cantina e semplicemente si esprimono: lontano da correzioni, aggiustamenti, omologazioni.

Indirizzo: 27040 Borgo Priolo (PV)

Tel. 335/6992052

Mail: info@castellodistefanago.it

Sito: www.baruffaldivini.it

 

JOSEF

Non avendo alcun parente, prima di me, impegato in agricoltura, quella di Josef è una storia molto semplice, nata nel 2014 dall’idea di prendere in affitto vecchie vigne (inizialmente) ed in seguito moltiplicare vecchi cloni di varietà tradizionali del Garda e delle Colline Moreniche quali la Rossanella, la Negrara , il Tocai di San Martino o la Rondinella. La selezione massale è stata svolta su tutta l’azienda, potendo vantare diverse centinaia di piante per ogni vitigno, a loro volta selezionate manualmente in un arco di tempo che va dal 1922 al 1960, molte di queste sono ancora a piede franco. I nuovi impianti sono dislocati su terreni di proprietà, s’un monte denominato Sacro Cuore , presso la confluenza esatta in cui il fiume Mincio sfocia dal Lago di Garda.
Gestiamo in regime di Agricoltura Biodinamica non certificata nove piccoli vigneti in corpo staccato, per un totale di 5,5 ettari, nei comuni di Cavriana, Monzambano e – prevalentemente – a Ponti sul Mincio, dove abbiamo sede. Tutta la nostra superficie ricade nella denominazione Doc Garda Colli Mantovani. Attualmente produciamo due etichette di Rubino, il vino rosso tradizionale dei nostri colli e una Garganega (con sesto di Tocai di San Martino) rifermentata. Nell’annata vitivinicola 2017 avremo una produzione di 12000 bottiglie.

Indirizzo: Ponti sul Mincio (MN)

Tel.: 338/6281568

Mail: info@josefwine.it

 

PIEMONTE

ROCCA RONDINARIA

L’azienda familiare ha origine nel 2004, con una attività legata all’allevamento di cavalli e piccoli animali da cortile, alla fienagione, e alla coltura sperimentale di essenze particolari quali lo zafferano, su un territorio appenninico di circa 12 ettari nella Valle Scrivia.Successivamente, rilevando vigneti vicini al castello di Rocca Grimalda, in Monferrato, in una zona ad alta vocazione vitivinicola, Lucesio, Giovanna e i loro figli hanno inteso coniugare il profilo agricolo che aveva caratterizzato un anima importante della storia del castello con le esperienze sapientemente custodite dai vignaioli rocchesi. Ne e’ nata una piccola realta’ che si propone di contribuire a rilanciare e valorizzare il vino locale di qualita’.Tenendo conto di quanto il paesaggio sia tutt’uno con il vino, si sono privilegiati recuperi di antichi vigneti contadini che mantengono ancora quei tipici caratteri di biodiversità che ne identificano la qualita’.Le pratiche colturali sono dettate dalla ricerca del massimo rispetto e armonia con la natura: limitato utilizzo del trattore, nulle le cimature, concimazione organica attraverso la tecnica del sovescio, arieggiatura dei terreni, rispetto dei calendari cosmici, utilizzo di trattamenti biodinamici, vendemmia a mano in ceste etc.La produzione e’ ancora contenuta, ma comprende due cru di dolcetto provenienti da  localita’ note per l’elevata vocazione dei “terroir”: Trionzo e la Bernarda e un vino vinificato ancora con i raspi e quindi pigiato con i piedi, a lungo invecchiamento, come si faceva in passato.E’ in corso la messa in produzione di un nuovo impianto di Dolcetto d’Ovada doc in vitigni provenienti da diverse selezioni massali.La vinificazione avviene nella cantina del castello di Rocca Grimalda che, grazie alla sua posizione nei fondi del castello, offre una stabilita’ di temperature e umidita’ naturali. Le lavorazioni sono ridotte al minimo, finalizzate  ad accompagnare e  cogliere le migliori caratteristiche di ciascuna annata: parziale pigiatura con i piedi, fermentazione alcolica naturale, prolungato periodo sulle fecce fini, passaggi in botti  a lenta cessione, affinamento anche prolungato in bottiglia, rispetto del calendario cosmico, assenza di filtrazioni.

Indirizzo: GrimaldaPiazza Borgatta -215078 – Rocca Grimalda (AL)

Telefono 0143 873223  – cell. 335 7607909

Mail: roccarondinari@gmail.com

Sito: www.roccarondinaria.it

 

ILARIA SALVETTI

Da tre generazioni la famiglia Salvetti produce vino e in particolare Passito di Caluso, ottenuto esclusivamente dal vitigno autoctono Erbaluce, delle colline moreniche di Caluso (TO). L’Azienda Agricola Ilaria Salvetti nasce di fatto nel 2012, subentrando all’attività già iniziata dal padre, proseguendo con la ristrutturazione di vecchi vigneti e l’acquisto di terreni destinati ai nuovi impianti, per una superficie totale vitata di quattro ettari.Concentrarsi prevalentemente sulla produzione di Passito DOC e DOCG significa onorare i predecessori e portare avanti la tradizione di famiglia. Significa anche riconoscere la capacità di innovazione intrapresa dal padre, riguardante la gestione dei vigneti (forma di allevamento a contro spalliera con il sistema Guyot nel rispetto delle potenzialità del vitigno Erbaluce) e proseguire con la sostenibilità dell’agricoltura per la salvaguardia dell’ambiente, del territorio e del paesaggio.I terreni dell’azienda si trovano in territorio vocato, nelle colline moreniche di Caluso e sono in conversione biologica. Il processo di produzione e trasformazione delle uve è interamente seguito dall’azienda e i passaggi principali, quali potatura invernale e verde, vendemmia e sistemazione delle uve per l’appassimento naturale, controllo e selezione delle uve in pre-pigiatura, sono eseguiti rigorosamente a mano. Si vinifica in proprio, per garantire un prodotto finale di qualità di cui si conosce tutta la storia.Dall’amore per la terra, e rispetto per chi la lavora, l’azienda produce da agricoltura sostenibile il Talin Erbaluce di Caluso Passito DOCG: dal colore oro antico, cristallino; i profumi che troviamo ricordano la frutta secca; in bocca la dolcezza è avvolgente e morbida; Sul finale si percepisce la nota di mandorla tostata, caratteristica del vitigno dell’Erbaluce.

Indirizzo: Via Guglielmo Marconi, 7, Caluso TO

Telefono:331 305 6119

Mail: passito@cantinailariasalvetti.it

Sito: www.cantinailariasalvetti.it

 

LA SIGNORINA

L’anno è il 1982, buona annata, Luciano Montagna, segue un sogno, portando avanti le tradizioni dei sui zii e fonda l’azienda agricola Cascina La Signorina , di cui dal 1978 è proprietario assieme alla sua famiglia.
Anno della Svolta è il 2006: con l’acquisizione della Cascina la Mora prende forma una zona di vinificazione meglio attrezzata ed un’area di degustazione del vino.Viene creato inoltre, una cucina e un ampio salone, luogo conviviale nel quale si gustano i vini della cantina abbinati ai piatti genuini della tradizione locale.Oggi il figlio Alberto si occupa della gestione dell’azienda con l’aiuto della compagna Cristina, la madre Carla , il fratello Michele e la cognata Viviana, con la passione per la terra trasferitogli dal padre è in continua ricerca ed evoluzione nel rispetto di essa dando un’impronta decisiva alla produzione mediante il metodo di coltivazione dei terreni e delle vigne in maniera totalmente biologica.
La nostra mission è accompagnare la natura, ascoltarla ed accudirla con rimedi naturali come il rame ( max 2kg ha ) lo zolfo, le concimazioni solo orgnaniche, letame, sovescio, alghe propoli…
La ricerca è volta a tornare ai profumi di una volta ai gusti veri che conoscevano i nostri nonni, fare vini senza alcuna aggiunta se non quello che la natura ci offre in una terra di antichi sapori moderni.Non siamo wine maker ma nature assistant.Tra le novità introdotte da Alberto Montagna è la conversione di una parte di terreno a coltivazione biologica di lavanda, che conferisce all’area una valenza di colore e profumi paragonabili ad un’angolo di Provenza, contribuendo inoltre all’economia locale nel favorire la produzione di miele alla lavanda, ricco di proprietà organolettiche.L’azienda è composta da 23 ettari di cui 4 a vigneto e 2,5 ettari a lavanda, 2 cereali, 3 pioppi, 4 foraggere, circa 3 a paddock in cui possono scorrazzare i nostri cavalli, capre , polli anatre oche…., un grande lago e boschi.

Indirizzo: Loc. Mardelloro – 15071 Carpeneto (AL)

Telefono e Fax: 039 744027 – Cell: 335 1365219

Email: albe.monta@hotmail.it

Sito: www.lasignorina.it

 

TENUTA CA’ DU RUSS

Se lo scopo di ogni individuo sulla Terra è l’evoluzione personale cioè il miglioramento del rapporto di ogni individuo nei confronti di tutto quanto l’universo, penso che debba esserlo anche per una famiglia è il cuore, la casa, l’urna nella quale l’uomo viva ed evolve.

La Nostra Famiglia, per sua grande fortuna, in una manciata di lustri a cavallo fra i due secoli, ha avuto la possibilità di sperimentare una forte coesione un forte amore famigliare; un legame che ci ha tenuti e che ci tiene tutt’oggi molto vicini.I vecchi con i giovani, zii, nipoti e cugini. Di conseguenza, senza troppe strategie e progetti, quest’amore, questa gioia del vivere e convivere si è riversata sul lavoro, sulla nostra azienda famigliare.L’abbiamo appena definito “lavoro”, ma non è questa la definizione che noi Marchisio abbiamo per la “Tenuta Ca’ du Russ”: essa sta tra per il “dovere” e il “piacere”, quasi una missione, forse un matrimonio, un legame famigliare.

Scavando sempre di più nei sentimenti, uno alla fine si rende conto che vivere in questo paesino del Roero, fra le vigne, le colline, le nostre case, la nostra cantina, sia una bellissima esperienza; con il passare degli anni, l’amore con il quale la nostra Famiglia si è dedicata a Ca’ du Russ, si è infine riversato sulla Terra e sui campi, che ogni giorno calpestiamo, sulla fortuna che sta sotto in nostri piedi.Quando qualche anno fa abbiamo iniziato con alcuni amici a parlare di fare qualcosa di più per l’ambiente, per l’inquinamento da prodotti agricoli e per sospendere i trattamenti e le concimazioni chimiche. Ci siamo veramente resi conto che da ormai una decina d’anni non facevamo più uso di prodotti chimici di sintesi. Li avevamo soppiantati all’inizio del secolo con dei ritrovati sperimentali a base di erbe naturali, e con letami e fertilizzanti completamente organici. Questi trattamenti ci sono a suo tempo costati molto a livello economico e sperimentale, ma lo abbiamo fatto con il cuore, senza troppi calcoli economici per la nostra “Famiglia”, cioè la Terra che ci ospita e che ci fornisce il cibo ogni giorno.E dopo 10 anni di sperimentazione ormai felicemente riuscita, siamo lieti di condividere la nostra gioia con i nostri clienti: infatti a partire dal 2012, é iniziata la conversione vera e propria al biodinamico di tutti i nostri prodotti al progetto certificato LIBERANATURA per far si che anche chi non ci conosce direttamente possa comprendere lo sforzo che la Famiglia Marchisio ha compiuto per la Terra di tutti.”Lo sapevamo già” qualcuno dirà “non era il caso”, conosciamo già il vostro amore per la Terra e per i vigneti: rispondiamo che adesso, è il momento  del cambiamento, e che chi ha l’esperienza e ha già percorso certe strade deve metterle ben in vista e a disposizione degli altri.

Indirizzo: Via della Vittoria 9 – 12050 Castellinaldo d’Alba (CN)

Telefono: 320 8732906

Mail: info@tenutacaduruss.it

Sito: www.tenutacaduruss.it

 

ROCCO DI CARPENETO

Rocco di Carpeneto è un’azienda vitivinicola a conduzione biologica ( anche se lavora in modo biodinamico ), sita a Carpeneto (Al), tra le dolci colline dell’Alto Monferrato ed è già divenuta un punto di riferimento del movimento naturale, grazie a Lidia e Paolo che con la loro filosofia e i loro vini sono una garanzia di qualità e genuinità.La produzione è concentrata su soli vitigni autoctoni (dolcetto, barbera, cortese, nebbiolo, albarossa), i loro vini sono fatti nel rispetto rigoroso dell’ambiente e dei cicli della natura. I vigneti sono trattati esclusivamente con rame e zolfo, e concimati con il sovescio di varie specie leguminose: la vendemmia è effettuata rigorosamente a mano, in piccole cassette. I vigneti sono situati quasi al confine con il comune di Rocca Grimalda, su di un vasto pianalto del fluviale antico, modellato con dolci vallecole e compluvi appena accennati, a una quota media di 270 m. s.l.m. La vinificazione è basata sulla massima qualità delle uve utilizzate, e sulla minimizzazione degli interventi di carattere tecnico. Utilizzano solo lieviti selvaggi, con pied de cuve iniziale, praticano macerazioni prolungate (in vinificatori in acciaio inox, in legni grandi da 15 hl, in giare di terracotta e in vasche di cemento) e pressature soffici. Non dimentichiamo l’uso contenuto di solforosa e il divieto assoluto di utilizzare altri prodotti.I vini sono variamente affinati in legno (con un mix di botti da 15, 10 e 7 hl, e di tonneaux e barriques non di primo passaggio), in giare di terracotta e in vasche di cemento e di acciaio. Per l’invecchiamento del cortese sono impiegati tonneaux di legno di acacia.Una cantina architettonicamente caratterizzata, sviluppata su tre diversi livelli: ricevimento delle uve e diraspapigiatura, vinificazione e pressatura, bottaia sotterranea. Una mescolanza di pietre di fiume, resine, acciai, doghe fascianti in legno e plastica riciclati concorre a creare una struttura funzionale ed eco-efficiente. L’intera struttura è posta al servizio di una filosofia di cantina naturale e non interventista, nell’intimo rispetto delle pratiche tradizionali, delle variegate caratteristiche dei micro-terroir di provenienza delle uve, e della variabilità climatica di ogni annata di vinificazione.  Per ragioni di coerenza ecologica la cantina non è dotata di controllo della temperatura, e il trattamento dei reflui è assicurato da un impianto di fitodepurazione.

Indirizzo: 500, Strada Cascina Rocco, Carpeneto, Al 15071

Telefono: 0143 187 0034

Mail: info@roccodicarpeneto.it

Sito: www.roccodicarpeneto.it

 

TENUTA GRILLO

L’azienda vitivinicola Tenuta Grillo è gestita da Guido Zampaglione (foto in alto) e dalla moglie Igiea Adami, che, su un totale di 32 ettari, ne coltivano 17 a vigneto di cui 11 con uve a bacca nera (barbera, dolcetto, freisa e merlot) e 6 con uve a bacca bianca (cortese, chardonnay e sauvignon). I vigneti sono in Monferrato a pochi chilometri da Mombaruzzo, situati su un dolce altopiano a circa 350 metri s.l.m.; il terreno è sabbioso, limoso e dotato di una grande capacità di drenare l’acqua.Selezionano con cura le uve, passando in vigneto anche tre volte per raccogliere le uve al giusto punto di maturazione. Il momento di raccolta è per loro una delle decisioni più importanti, dal momento in cui, la natura, ad ogni vendemmia, li mette alla prova, offrendogli delle sfide, che per superarle, accorrono all’esperienza tramandata da generazioni di vignaioli. Le scorciatoie convenzionali per coloro che operano la viticoltura naturale (biodinamica) sono bandite, credendo in una viticoltura e ad una vinificazione che passo dopo passo, vendemmia dopo vendemmia, li avvicini alla migliore interpretazione dell’annata, del vitigno e soprattutto del territorio. Questa difficile scelta alimenta il loro impegno e passione.

Indirizzo: Strada Maranchetti 6 , Gamalero (AL)

Telefono: 0131 709176 – 339 5870423

Mail: info@tenutagrillo.it

Sito: www.tenutagrillo.it

 

FORTI DEL VENTO

L’azienda pratica la biodinamica con la consapevolezza che è una strada impervia, per caparbi ma non impercorribile, e dal 2016 fanno parte dell’associazione Vinnatur. Considerano il vino naturale, il loro vino, la massima espressione delle singole caratteristiche dei vigneti da cui proviene: Castelletto d’Orba, riva destra dell’Orba, fiume che caratterizza il territorio (Ovada) e Roccagrimalda, riva sinistra dell’Orba – quasi due mondi per come sono diversi, ma una grande fortuna per loro. Arrivano alla maturazione dei grappoli difendendosi con il rame contro la peronospora e con lo zolfo per contrastare l’oidio, nelle uve vendemmiate non aggiungono lieviti, operano con travasi e batonnage per mantenere il vino vivo e naturalmente preservarlo sino al momento dell’imbottigliamento, assaggiando continuamente la sua evoluzione per immortalarne la sua bellezza al momento dell’imbottigliamento.Anche se sembra tutto facile, non lo è. La ricerca dell’equilibrio complessivo parte dai vigneti, i loro sono tutti in collina, alcuni sono stati impiantati negli Anni 60 e sono lavorati quasi esclusivamente a mano. Attualmente si estendono su una superficie di circa 5 ettari tra Rocca Grimalda e Castelletto d’Orba, Monferrato, Piemonte. Sono tutti sistemati a girapoggio, seguendo, cioè, le linee di livello perpendicolarmente alle pendenze della collina. In questo modo si sfrutta pienamente l’esposizione del versante (Sorì). L’inerbimento, inoltre, contribuisce a contrastare l’azione erosiva delle piogge e aiuta a mantenere in equilibrio le piante e il terreno.

Indirizzo:Vico Madonnetta, 2 – 15076 Ovada (AL) ITALY

Telefono: +39.0143.849.135

Mail: info@fortidelvento.com

Sito: www.fortidelvento.com

 

CASCINA BOCCACCIO

L’Azienda Agricola Cascina Boccaccio si trova a Tagliolo Monferrato, paese in provincia di Alessandria nel cuore del basso Monferrato situato “sulla destra del fiume Orba” in un angolo di natura dove i diversi microclimi e le armoniose colline donano ai nostri vigneti, che prosperano su terreni tuffacei di terra “bianca”, le migliori esposizionie le migliori cure, conferendo ai vini eleganza e raffinatezza. Cascina Boccaccio è un’azienda giovane ma ricca di storia… Iniziò Celso classe 1875, quando con una sola mucca e molta determinazione “costruì” l’ Azienda che a tutt’oggi abbiamo l’onore e l’onere di condurre, a lui infatti è dedicato il Vino più rappresentativo “il Dolcetto di Ovada”.
Insieme al Dolcetto, Roberto e sua moglie Ilenia, trasformano nella nuova Cantina Aziendale le uve raccolte nei propri vigneti, con il rispetto e la tradizione tramandata da Celso in aggiunta a moderne tecnologie enologiche; tecnologie grazie alle quali è possibile produrre anche un vino rosato per il quale si utilizzano uve dolcetto vinificate in bianco. Dai nostri vigneti storici produciamo un Dolcetto di Ovada Superiore (divenuto Docg dal 2008) affinato in botti di rovere tradizionali da 10 ettolitri per dodici mesi, nelle migliori annate con queste uve produciamo una riserva dedicata al nostro trisavolo “nonno rucchein”, per questo “cru” l’affinamento è di 24 mesi.
I vigneti, tutti di proprietà, si estendono su una superficie di tre ettari, le bottiglie prodotte sono circa 15.000 l’anno, per questo motivo non sono sempre disponbili tutte le etichette. Il tipo di agricoltura è di tipo convenzionale con lotta integrata nel rispetto delle misure agro ambientali previste dalla Comunità Europea.

Indirizzo: Loc. Piano Moglia, 21 – 15070 Tagliolo Monferrato (AL)

Telefono: 3477549369

Mail: viniboccaccio@gmail.com

Sito: www.cascinaboccaccio.com

 

CARUSSIN AZ. AGR.

“Anzichè sognare di vivere, cerchiamo di vivere dei nostri sogni”.Questa è la filosofia della famiglia Ferro, che dal 1927 è alla guida della cantina Carussin. Il curioso nome di questa bella realtà Piemontese deriva dal soprannome dato al suo fondatore Maggiore Ferro, che proveniva dal paese di Calosso ed era chiamato Calossese: in piemontese Carussin. La cantina si trova a San Marzano Oliveto, un piccolo comune situato sulle colline tra Nizza Monferrato e Canelli, terreno particolarmente vocato per la produzione di vini di qualità .Entusiasmo, passione e spirito di sacrificio hanno spinto la famiglia Ferro a non arrendersi mai di fronte alle difficoltà, ma a continuare la sua opera sempre alla ricerca di una migliore qualità del prodotto. La coltivazione dei vigneti, soprattutto a Barbera e Moscato, è condotta col sistema biodinamico, al fine di ottenere vini naturali, fedele espressione di questo magnifico terroir.Oggi sono Bruna e Luigi a guidare questa bella cantina di San Marzano Oliveto, con passione e dedizione assolute. Visitare i vigneti della cantina è un’esperienza davvero unica, anche perché si può incorrere nel piacevole “rischio” di camminare tra i filari assieme ai simpatici asinelli che Carussin alleva sui propri terreni.

Indirizzo: Regione Mariano, 27, 14050 San Marzano Oliveto (Asti)

Telefono: 0141831358

Mail: vinicarussin@gmail.com

Sito: www.carussin.it

 

AZ. AGR. GAROGLIO DAVIDE

L’azienda è situata nel Monferrato Casalese, precisamente a Villadeati (AL) dove coltivo vigneti, noccioleti e prati in modo naturale. Sin da piccolo trascorrevo i fine settimana con mio Nonno che di professione faceva il viticoltore. Con lui passavo le giornate nella vigna ed ho imparato che per fare un buon vino occorre coltivare la vite nel rispetto della natura.I vigneti sono allevati a Guyot tradizionale, con potature corte e rese contenute e situati su terreni di natura argilloso-calcareo con esposizione Sud, Sud-Ovest. La coltivazione viene effettuata utilizzando rame e zolfo e la lotta alle infestanti é meccanica, senza l’utilizzo di diserbanti e concimi chimici.Nel mese di Agosto eseguo un diradamento con lo scopo di migliorare la struttura organolettica dell’acino e di eliminare eventuali grappoli che presentino alterazioni.La fermentazione é spontanea, senza l’aggiunta di lieviti e dura di circa 4 settimane. Il vino non viene filtrato né stabilizzato né refrigerato, ma va incontro ad una decantazione lenta e naturale. L’unica aggiunta sono pochi grammi di solfiti per ettolitro che permette di preservare il prodotto da eventuali ossidazioni.
Sto cercando di codificare il territorio come una ragione di scelta importante.
Un vino che fotografa il proprio territorio é sicuramente un vino che é stato fatto in vigna e non in cantina ed è un vino che ha dei valori da enunciare.

Indirizzo: Via Vittorio Emanuele III 2, Villadeati Fraz. Lussello (AL)

Telefono: 3396391682

Mail: davide.garoglio@gmail.com
AZ. AGR. MAURIZIO FERRARO

L’Azienda agricola Ferraro cerca con il proprio operato di nuocere il meno possibile all’ambiente, rispettando l’ecosistema e perseguendo in questo modo un bilancio positivo per il nostro pianeta, scegliendo l’agricoltura biologica per produrre i suoi vini. I vini Ferraro sono prodotti dal 2006 senza l’uso di additivi di sintesi chimica primi fra tutti i solfiti e senza l’uso di prodotti di origine animale.
In questo modo anche gli intolleranti/allergici ai solfiti possono godere di un buon bicchiere di vino!
Essendo una piccola azienda a conduzione familiare, possiamo occuparci personalmente dei nostri clienti che possono venire a visitare la cantina, le vigne e parlare personalmente con il produttore Maurizio.

Indirizzo: via Marconi, 14 14030 Montemagno

Telefono: 349.5928001

Mail: contatti@ferrarovini.com

Sito: www.ferrarovini.com

 

CORTE SOLIDALE

CORTE SOLIDALE è un’azienda agricola nata intorno ad un sogno condiviso di vita comunitaria, all’interno dell’Associazione Mondo di Comunità e Famiglia (MCF). L’attività agricola è orientata in primo luogo alla produzione di vino (un vino solidale con l’ambiente e con la rete di relazioni che ne hanno accompagnato la nascita); tuttavia il sogno dei giovani contadini che la conducono è quello di una fattoria con attività e produzioni diversificate, dalla frutta alla cura degli animali, fino alla didattica. La Corte Solidale è socia della FIVI e aderisce a WWOOF Italia. I vini. Rispetto e curiosità: così si potrebbero riassumere le linee-guida del nostro operare vitivinicolo.
La nostra Barbera è quindi frutto del territorio (ma il francese terroir rende meglio l’idea di quel complesso di fattori geologici, climatici, di esposizione, di cultivar che produce l’unicità di un vino accanto al prodotto equivalente, ma organoletticamente diverso, del vicino); la curiosità si gioca in cantina. La nostra prima vendemmia risale al 2007. Col tempo alcune scelte vanno definendosi: vinifichiamo in purezza i magri grappoli della “vigna alta”, circa un ettaro di vigna circondato dal bosco, per farne la nostra Riserva ricca di corpo, struttura e profumi. Anche la Barbera della “vigna bassa”, più produttiva, si vinifica in purezza, e il risultato è un vino da tutto pasto, equilibrato e di carattere, che si colloca nella tradizione del territorio. Il desiderio di produrre un vino fresco di pronta beva ci conduce all’invenzione del Chiaretto di Luna, un rosato (vino assai poco di moda dalle nostre parti, ma amatissimo nel sud della Francia) che raccoglie le uve diverse presenti in proporzioni minori nei nostri vigneti – Bonarda Piemonte, Freisa, Uva Rara, Merlot – e che rimane il nostro campo di sperimentazione per quanto concerne i rapporti varietali, i tempi di contatto con le bucce, l’azione del freddo come tecnica di filtrazione naturale. Anche un uvaggio classico come Barbera e Croatina viene reinterpretato, scegliendo di assecondare la fermentazione spontanea e senza aggiunta di solfiti, per ottenere il Selvatico, un vino che non smette di stupirci ogni anno. L’utilizzo della solforosa, quando avviene, è ridotto al minimo, e le analisi ne rilevano una presenza di molto inferiore ai valori di riferimento indicati nei disciplinari del biologico.

Indirizzo: 15050 Berzano di Tortona (Alessandria)

Tel. 347/7760785

Mail: cortesolidale@gmail.com

Sito: www.cortesolidale.com

 

CASCINA GASPARDA AZ. AGR.

L’azienda si estende su 7 ettari interamente vitati; le tipologie di uve grignolino,freisa, barbera e nebbiolo sono disposte secondo la vocazione dei terreni tra i comuni di Olivola e Frassinello Monferrato e gli anni degli impianti variano da pochi per quelli nuovi fino a settanta per le vigne vecchie. Tutte le nostre vigne sono verdi come giardini perché non viene utilizzato nessun tipo di diserbante chimico, sfalcio e pulizia interceppo vengono eseguite meccanicamente. La vendemmia è interamente manuale, perché solo così si possono raccogliere e selezionare i grappoli migliori che daranno vita ai vini di Cascina Gasparda.

Indirizzo: Via Gasparda, 6 – 15030, OLIVOLA

Tel.: 339/7874742

Mail: info@cascinagasparda.com

Sito: www.cascinagasparda.com

 

CASCINA BOCCIA

Mi chiamo Anna sono nata e cresciuta a Genova e nel 2003 ho deciso di trasferirmi a Tagliolo Monferrato nella casa di campagna della mia famiglia, una cascina su di un poggio dell’ovadese, dove da decenni veniva prodotto, in maniera amatoriale, vino doc imbottigliato solo per gli amici. Avevo sempre avuto una passione per la terra e per gli animali e trasferirmi per me è stata la realizzazione di un sogno. Ma anche, in un secondo tempo, la sua concretizzazione: prendere in gestione la cascina e rilanciare l’attività vitivinicola. Questo ha comportato nella mia vita un cambiamento radicale e all’inizio faticoso anche perché ero da sola, abituata alle comodità cittadine, lontano da famiglia e amici. Non è stato facile ambientarmi, rendermi conto della diversità che c’era fra il sognare una vita a contatto con la natura e viverla davvero, tutti i giorni, dall’alba al tramonto, scoprendo quanto la terra fosse realmente bassa!. Grazie agli insegnamenti di un contadino del luogo che ha creduto in me e nella sincerità della mia scelta di vita ho imparato negli anni a vivere in campagna e della campagna, a coltivare l’orto e in particolare a prendermi cura delle viti, a potare, “sgarzolare”, legare e tutto il resto. Così la mia passione è diventata un’attività concreta e proficua. Per quel che riguarda la lavorazione del vino sono orgogliosa di essere riuscita a migliorare il prodotto della cascina, che era già di buon livello; grazie ai consigli di un enologo che mi segue da parecchi anni, oggi i vini prodotti nella cascina Boccia sono decisamente di qualità. Da sola sono partita e poi ho incontrato una persona con la quale condividere la vita e le mie passioni e così la famiglia si è allargata!. E anche la cascina si è trasformata in fattoria: abbiamo quattro cavalli, una mucca, tre pecore, galline, anatre corritrici!

Indirizzo: Cascina Boccia, 55 – Tagliolo M.to (AL)

Tel.: 340/7908301

Mail: cascinaboccia@libero.it

Sito: www.cascinaboccia.it

 

SICILIA

VALDIBELLA

La cooperativa Valdibella ha scelto un percorso produttivo basato sulla valorizzazione dei vitigni tradizionali. Uno dei nostri vitigni più coltivati e più antichi è sicuramente il Catarratto presente quasi esclusivamente in Sicilia Occidentale. Coltiviamo questo vitigno in alta collina e nella tradizionale forma di allevamento ad alberello non legato. Insieme al catarratto produciamo altri vini da monovitigno come il Nero D’Avola, il Grillo, l’Inzolia, Catarratto extra lucido e il poco conosciuto Perricone. Altri vitigni internazionali sono impiantati come il Cabernet Sauvignon, Chardonnay e Müller Thurgau. A partire dal 2009 abbiamo iniziato ad applicare un nuovo programma: “La Carta per la Biodiversità”. Coltivare solo in Biologico non basta. Una monocoltura anche se bio è sempre negativa. Occorre trasformare le nostre aziende in centri di equilibrio, dove il vigneto si trova integrato con altre colture tipiche, Olivo, Mandorlo, Fichi, Melograno, vicino ad aree naturali, piccoli boschi, laghetti, incolti, siepi, cumuli di pietre etc., In modo da rendere più stabile ed equilibrato l’agro-ecosistema. Pratichiamo l’inerbimento del vigneto da Ottobre a Marzo, poche lavorazioni superficiali, sovesci di leguminose e creazione di corridoi inerbiti ogni 3 filari non lavorati, le piante verranno piegate con apposito rullo. Trattamenti ridotti anche con prodotti consentiti, rame meno di 2 kg/ha. , zolfo meno di 20 kg/ha, nessun trattamento insetticida. Vogliamo trasformare i nostri vigneti in dei luoghi sani e anche belli, in cui poter lavorare e vivere in armonia con la Natura.
Le vendemie cominciano verso i primi di settembre per finire a mettà ottobre. Tutte le nostre uve sono raccolte in cassette da 15 kg . In questo modo l’uva entra in cantina perfetta senza aver subito schiacciamenti con fuoriscita di mosto. Prima di raccogliere aspettiamo che le uve abbiano ragiunto una giusta maturità. Questo ci permette di ottenere dei vini equilibrati con colori intensi e complessità aromatica. Solo una agricoltura sana e biologica permette questa maturità senza correre il rischio di cattivo risultato. Il nostro clima siciliano è ideale per questo tipo di viticoltura.
In cantina rispettiamo al massimo la naturale qualità delle nostre uve limitando al minimo gli interventi.

Indirizzo: via Belvedere, 91- 90043 Camporeale PALERMO

Telefono: 0924 1915820

Mail: info@valdibella.com

Sito: www.valdibella.com

 

VINI BADALUCCO

Beatriz De La Iglesia Garcia, spagnola di Siviglia e Pierpaolo Badalucco, siciliano. Siamo tornati in Sicilia per gestire i vigneti di famiglia nel territorio di Petrosino, paesino sul mare tra Marsala e Mazara del Vallo. Beatriz ha portato in Sicilia alcune varietà spagnole e impiantate in alcuni vigneti. Nasce così il progetto Dos Tierras: blend di uve siciliane con uve spagnole, tutte coltivate in Sicilia. Produrre vini naturali è una filosofia, un’esigenza per chi non riesce ad immaginare un vino modificato chimicamente. Per chi gestisce le vigne utilizzando solo ciò che è naturale. I trattamenti solo se necessari secondo il disciplinare del bio o della biodinamica. Non esiste il disciplinare, per cui è un patto tra vignaioli e enoteche/ristoratori/bevitori. Si accetta l’uso della solforosa in bassissime quantità e solo se necessario. Normalmente 10/30 mg. x Hl. Negli ultimi anni i nostri vigneti sono gestiti abbandonandoli alle erbe selvatiche e lasciando la bio-diversità tipica dei nostri territori. Le erbe vengono gestite nel mese di marzo/aprile attraverso il sovescio. La vendemmia ovviamente manuale. I trattamenti in bio o biodinamica, solo se necessari. Le piante potate e gestite durante l’anno cercando di interpretare e prevedere al meglio l’andamento del clima. In cantina non viene utilizzato alcun prodotto di sintesi o chimico. Solo l’intuizione nelle decisioni e estrema pulizia.

Indirizzo: Contrada Badalucco – Petrosino (TP)

Tel: 347/3695615

Mail: commerciale@vinibadalucco.it

Sito: www.vinibadalucco.it

 

BRUNO FERRARA SARDO

Bruno Ferrara Sardo effettua la vendemmia ricercando  l’equilibrio fra le componenti delle uve, al fine di ottenere un prodotto eccellente, non ci potrà mai essere una data precisa per effettuare la vendemmia, l’unico punto di riferimento è che essa inizia quando gli altri  finiscono, solo allora le uve dello ‘Nzemmula iniziano ad essere raccolte. La vigna di Nerello Mascalese si estende a pochi chilometri dal centro di Randazzo (CT) in Contrada Allegracore, ad un’altitudine di 700 metri, a nord dell’Etna, in una posizione ideale per godere del panorama circostante ed è una parcella di solo un ettaro. Il terreno è di origine vulcanica con substrato lavico a profondità variabile. Il vigneto, impiantato in parte 40 anni fa ed in parte oltre 50 anni fa, è coltivato nel rispetto della natura da oltre vent’anni, senza alcun utilizzo di diserbanti, concimi e prodotti chimici. Il vino ‘Nzemulla, la sola etichetta prodotta da Bruno Ferrara Sardo, si può definire senza troppi complimenti un’espressione sublime del Nerello Mascalese in questa porzione d’Etna. Il vino, che fa affinamento in acciaio per un periodo che va dai 12 ai 16 mesi, conclude con un affinamento in bottiglia tra i 4 e i 6 mesi. Sono solamente 3000 le bottiglie prodotte che oscillano poco nel numero a seconda delle annate.

Indirizzo: Contrada Allegracore, s.n.c. – 95036 Randazzo (CT)

Telefono: 329/5477782

Mail: info@viniferrarasardo.com

Sito: www.viniferrarasardo.com

 

ABBAZIA SAN GIORGIO

Pantelleria è un’isola davvero speciale. Il nero cono vulcanico perso nel mare tra Sicilia e Africa è espressione di un carattere intenso, identitario, persino nei prodotti agricoli più semplici.

i sonolebrant  che, pur non sapBattista Belvisi, coltivatore, viticoltore, cantiniere ed enologo. Beppe Fontana, bongustaio itinerante, glamour chef, la mente della comunicazione, del brand, del visual.

Oltre la simpatia reciproca con una medesima visione del vino pantesco, l’idea di combinare lavoro e competenze in un unico progetto ha una lunga gestazione, circa sette anni. Confluirà nel 2016 nella creazione di una piccolissima realtà chiamata Abbazia San Giorgio, i cui vigneti, tre e ettari e mezzo situati a Khamma si trovano nella parte sud orientale dell’isola.

Spezzettati in minuscoli corpi, a circa 300 mt. sul livello del mare con età media di 60 anni, sono allevati a zibibbo per i due terzi della superficie, mentre la restante parte è coltivata a Pignatello, qui conosciuto con in nome di “Nostrale”, Carignano e Nerello Mascalese. Le viti sono allevate ad alberello, con il tipico sistema pantesco, quello recentemente riconosciuto dall’Unesco patrimonio “immateriale” dell’umanità. La resa è ridicola, 30 quintali per ettaro.

Tutto ciò premesso, nel 2015 Battista e Beppe producono 1.000 bottiglie di Passito di Pantelleria, 2.000 bottiglie di uno Zibibbo secco e 1.000 bottiglie rosso, buona parte di queste già razziate sull’isola. C’è una particolarità. Abbazia San Giorgio è impegnata sul fronte dei vini naturali: conduzione in biologico con uso di tecniche biodinamiche. La lotta alle piante infestanti ed ai parassiti è condotta con mezzi agronomici, senza antiparassitari, crittogamici né altro tipo di prodotto chimico. Non si effettuano concimazioni di alcun tipo, non con concimi chimici e nemmeno organici. A fine inverno si interrano le erbe spontanee. In cantina, la fermentazione si avvia da sola ad opera dei lieviti indigeni.

Un ultimo dettaglio: durante i passaggi di trasformazione non si utilizza nemmeno l’anidride solforosa. Niente solfiti aggiunti.

Indirizzo: Via Roma,23 91017 Pantelleria

Tel.:338/5964542

Mail: battista.belvisi@gmail.com

Sito: www.srlsangiorgio.it

 

TOSCANA

PODERE ANIMA MUNDI

Il legame con il territorio e la natura è davvero stretto: sono stati recuperati tre i vitigni autoctoni più importanti come il pugnitello, il foglia tonda e il colorino che, non solo rappresentano la storia toscana, ma permettono la produzione di vini dal sapore davvero unico.Lavoriamo esclusivamente con prodotti bio dinamici seguendo il ritmo della natura e delle stagioni e in questo modo abbiamo la possibilità di esprimere nei vini il massimo del terroir preservando la biodiversità di ogni vigneto.Siamo convinti che ogni vigneto possieda un carattere particolare, dalla terra alle condizioni climatiche e i nostri vini ne rappresentano l’espressione più pura.

Indirizzo: Via della Montanina, 22, 56035 Usigliano di Lari, Lari PI

Telefono: 345 277 6227

Mail: info@podereanimamundi.it

Sito: www.podereanimamundi.com

 

FATTORIA SAN VITO

Sono Matteo, vignaiolo ed ex libraio.
Dal 2011 curo la vigna e l’oliveta di famiglia producendo vino naturale e olio extravergine, adottando il protocollo biologico, rispettando la tradizione e la natura. Seguiamo la filosofia dei vignaioli naturali. In vigna si producono uve biologiche, coltivate senza l’aiuto di sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere) e senza l’impiego di organismi geneticamente modificati, in vigna vengono utilizzati solamente rame, zolfo, propoli e alghe. In cantina lasciamo che il vino segua il suo divenire intervenendo il meno possibile. I nostri vini naturali IGT Toscana sono espressione del territorio, del clima e della cura che mettiamo sia nella coltivazione in vigna che nella lavorazione in cantina. In vigna nutriamo il terreno con il sovescio, piantiamo a filari alternati un mix di leguminose per azotare il terreno che sfalciamo in primavera. La vendemmia è fatta manualmente, l’uva viene portata immediatamente in cantina per essere diraspata e messa nelle tine per iniziare la fermentazione spontanea sulle bucce, senza lieviti aggiunti. Viene utilizzata la solforosa (So2) in basse dosi solamente sui travasi e comunque in percentuale inferiore a quella consentita dal disciplinare biologico. Utilizziamo inox per la maturazione del vino, la chiarifica avviene per decantazione, non filtriamo.

Indirizzo:Via Caprili  n. 5,56011 Calci (Pisa)

Tel.:349/5972 722

Mail: info@fattoriasanvito.it

Sito: www.fattoriasanvito.it

 

CASALE AZ. AGR.

L’azienda abbraccia una collina nella parte a Nord della valle ove è ubicata San Gimignano, quindi può essere la base per escursioni della zona del Chianti del Senese e di Volterra. Questa zona è citata nei testi di paleontologia per gli affioramenti di fossili marini dell’era del Pliocene che sono visibili nei Calanchi, forme di erosione tipiche del terreno argilloso, e da cui sono visitabili ed eplorabili. Le origini dell’azienda partono dal 1770, abbiamo un libro mastro ove sono descritti tutti i raccolti a partire da quella data fino al 1915, del tempo antecedente hanno tracce risalenti l’anno 1000 che porta a presumere che la casa era una torre di avvistamento e tutt’oggi rimangono integri e visibili i muri portanti che sono ubicati in cantina, nel tempo ha subito ristrutturazioni fino all’attuale e visibile forma esteriore. Applichiamo il metodo di coltivazione biologica e biodinamica dal 1980 e certificato dal 1995 da Demeter.

Indirizzo: Via San Martino Casale 150, 50052 Certaldo (FI)
Tel.: 335/1284653

Mail: casalebio@gmail.com

Sito: www.casalebio.com

 

TUNIA

Tunia nasce nel 2008 dall’entusiasmo di tre quarantenni.
La zona è quella della Val di Chiana, in provincia di Arezzo. È lì che Francesca, suo fratello Andrea e Chiara portano avanti con passione 25 ettari divisi tra vigneto ed oliveto. Gestiamo questo patrimonio con rispetto: in campagna la parola d’ordine è biologico, in cantina il lavoro è svolto in modo naturale, senza l’aggiunta di alcuna sostanza a parte una trascurabile quantità di solfiti esclusivamente quando necessario.
Un approccio figlio della volontà di produrre vini che siano fedeli espressioni dell’uva, del territorio, dell’annata che li vedono nascere.

Indirizzo: Via della Palazzina, Località Dorna, 52041 Civitella In Val di Chiana (AR)
Tel.: 348/7254533

Mail: info@tunia.it

Sito: www.tunia.it

 

TENUTA MONTIANI

Insieme ai nostri figli Cosimo Leone, Greta Zoe e Lapo Falco, viviamo ogni giorno in questa terra, viviamo il lavoro con amore e passione insieme a tanti amici e persone che negli anni sono passati, passano e passeranno da qua.
La certificazione biologica I.C.E.A della nostra fattoria sposa perfettamente il concetto di agricoltura naturale, sostenibile al 100% e a 360 gradi! I nostri prodotti nascono dall’incontro fra antiche tradizioni e tecniche innovative.

Indirizzo: Via di Rubbiana 61 c.s- 50022 San Polo in Chianti Greve in Chianti (FI)
Tel.: 055855454

Mail: info@tenutamontiani.it

Sito: www.tenutamontiani.it

 

TRENTINO ALTO ADIGE

CANTINA BIO NATURA

La nostra azienda è vitivinicola ed olivicola Biologica certificata da ICEA.Coltiviamo con amore seguendo il metodo biologico e biodinamico viti di Pinot Nero, Pinot Grigio, Muller Thurgau, Negrara, Schiava Gentile e Merlot da cui si ricaviamo profumati vini naturali con eleganti e caratteristici bouquet, frutto di un’ attentissima selezione dei grappoli in campagna e di una produzione per ettaro molto bassa (40-50ql./ha).Nei nostri vini NON utilizziamo sostanze di origine animale normalmente utilizzati in enologia(colla di pesce, albume di uovo, caseina). Vegan friendly!Nel nostro agire quotidiano, speriamo di trasmettere l’amore e il rispetto per la Natura ai nostri figli ed anche ai nostri Ospiti.

Indirizzo: Via dei Laghi 53 , Tenno (TN)

Telefono: 328/2699398

Mail: cantinabionatura@gmail.com

Sito: www.agriturtenno.it

 

VALLE D’AOSTA

AZ. VITIVINICOLA SELVE

Molto di più di un vino naturale…

Immaginate un Vino unico al mondo: SELVE Picotendro, il nebbiolo autoctono della Valle d’Aosta. Espressione di un rapporto estremamente sostenibile, quasi personale, tra un uomo e le sue vigne. Totale assenza di chimica: ne in Vigneto, ne in Cantina. Il nostro vino è frutto di una meticolosa cura delle uve che dura 3 stagioni, fatta da una costante selezione dei migliori grappoli che inizia dalla fioritura e termina solo con la vendemmia: momento in cui vengono pigiati e diventano un prezioso nettare espressione di un territorio tra i più vocati del pianeta.

Indirizzo: fraz Antagnod Rue tofo 13 cap 11020 AYAS AO

Telefono: 347 0539819

Mail: mebbiolo.selve@hotmail.it

Sito: www.selvepicotendro.it

 

VENETO

SIEMAN

Siemàn, sei mani in dialetto. Siamo tre fratelli, Marco, Daniele, Andrea Filippini. Venendo da percorsi professionali del tutto diversi, ci siamo ritrovati a condividere la medesima passione: la viticoltura.Il terreno sui Colli Berici è un colpo di fulmine, segna la svolta.Passo dopo passo, l’attività di viticoltori, vignaioli, prende corpo, diventa lavoro appassionante.Dai vigneti alla cantina, l’amore, il guardare e ascoltare la natura, la pulizia scrupolosa, accompagnano il nostro lavoro in tutte le sue fasi, con un’attenzione costante al miglioramento per ottenere uve mature e genuine da trasformare in vini sani e territoriali.Coltiviamo i vigneti riducendo al minimo gli interventi con prodotti esterni, grazie ad un’attenta gestione della terra durante tutto l’anno. Escludiamo pesticidi, diserbo chimico e utilizziamo prodotti a base di funghi in quanto induttori di resistenza, per ridurre il rame. Utilizziamo in massima parte uve autoctone, per salvaguardare e preservare il territorio.Da queste uve nascono i nostri vini. In cantina la fermentazione avviene spontaneamente con i lieviti indigeni, non vi è manipolazione nelle varie fasi della vinificazione, né aggiunte di prodotti esterni di alcun genere, se non una minima quantità di metabisolfito di potassio nel mosto, quando necessario. Seguiamo questo processo lavorando il più possibile sulla pulizia, aspettando, ascoltando e rispettando i ritmi naturali. I vini riposano in botti di legno, cemento e acciaio per valorizzare al massimo le proprietà delle uve da cui derivano. In questo modo il vino nel calice esprime i caratteri del territorio.L’azienda si trova a Villaga, zona di Barbarano Vicentino, sui Colli Berici: nove ettari di terreno collinare, parte dei quali boschivi. Da una parte, costeggiando il vigneto, si sale fino alla sommità del colle, che offre il panorama incantevole dei colli Euganei oltre i quali, nelle giornate limpide, s’intravvedono i monti dell’Appennino. Dall’altra parte la collina si distende a vista d’occhio più ampia e dolce, delimitata in alto dal bosco, grande cappello tra la terra e il cielo. Le vigne, in splendida posizione degradante, sono ben esposte al sole e godono della ventilazione collinare.La proprietà è all’insegna della biodiversità in cui convivono, in armonia e nella tranquillità, insieme alle vigne, agli ulivi, al bosco, un’ampia varietà di fiori, piante e animali, come il capriolo, la lepre, il fagiano, le api, e uccelli di varie specie.

Indirizzo: Via Crocenera,13 36021 Villaga (VI)
Telefono:329/5677394
Mail: info@sieman.it

Sito: www.sieman.it

 

DAVIDE VIGNATO

Prima di tutto viene l’amore per un luogo. Parliamo di cento anni fa. Mio nonno si chiamava Rinaldo, fu lui il vero pioniere di tutta questa passione per il vino. Tutto iniziò presso una piccola porzione di terreno, in una località chiamata Brovia, sopra le colline di Gambellara quando ancora le strade erano bianche e polverose. Arrivò mio padre Gian Domenico e sarà lui a fare il grande passo dello scegliere di vinificare l’uva di famiglia. Il suo vino era quello di una volta, fatto per sopportare le fatiche dei lavori in campagna: naturale e sincero. Con Gian Domenico ci sono anche io, Davide, suo figlio. Fin da piccolo cominciai a conoscere la terra e i ritmi della natura, aiutando papà dopo la scuola. “L’uva verde paga i debiti”, mi sentii ripetere tante volte. Io cercavo qualcosa di più, intuivo le potenzialità del luogo, unico per la sua terra vulcanica, fatta di elementi preziosi per il nutrimento delle piante. Per questo ho scelto un mio percorso personale di produzione. Nel 1997 inizia la mia vera svolta. Con tanto coraggio ho scelto la strada della viticoltura biologica, partendo dalla vigna, ho ridotto la quantità di uva per ettaro e abbandonato i concimi. Ho lasciato che le radici delle vigne affondassero nel terreno per assorbire quanti più tipi di minerali possibili, che le stesse radici si sentissero libere di legarsi inscindibilmente a questo terreno, così come il mio cuore desiderava nel profondo. Il mio lavoro comincia in vigna e nel 2006 trova spazio nella nuova cantina, proprio nelle vecchie stalle del nonno. In soffitta, nei mesi freddi, si appendono i picai per fare il Recioto. Le travi sono ancora quelle originali, con i chiodi piantati da nonno Rinaldo dove ancora oggi, dopo più di cento anni, viene appesa l’uva. In un continuo confronto con l’esperienza di papà oggi i vini hanno fatto strada, anche grazie a diversi premi e riconoscimenti. Una tappa fondamentale del percorso è stata indubbiamente la certificazione biologica. In collina ho iniziato la lavorazione biodinamica. E’ proprio così che la nostra storia fluisce tutt’ora, anche adesso, mentre tu stai leggendo. Se varcherai le soglie dei nostri vigneti e ti lascerai guidare da noi, ti si schiuderà davvero l’origine profonda e attuale del nostro inconfondibile “sapore di vino”. Ti aspettiamo in Cantina, con un buon bicchiere di vita in mano.

Indirizzo: via Capo di Sopra, 39 – 36053 Gambellara (VI)
Telefono: 0444 444144

Mail: info@davidevignato.it 

Sito: www.davidevignato.it

 

IL ROCCOLO DI MONTICELLI

Silvia e Giacomo, due giovani in procinto di terminare i loro percorsi di studio rispettivamente nel settore agrario ed enologico, aiutati dalla presenza e dall’esperienza della famiglia, hanno deciso di lanciarsi in una nuova avventura. Nasce così nel 2013 nella zona della Valle di Mezzane  l’Azienda Agricola Il Roccolo. Il nostro obiettivo è quello di produrre dei vini genuini e completamente legati al terreno su cui crescono i vigneti. Per raggiungerlo utilizziamo metodi di lavoro che prevedono il minor numero possibile di interventi invasivi da parte nostra, l’assenza di additivi e di manipolazioni lasciando la natura libera di esprimersi. Monitoriamo costantemente, in campagna ed in cantina, lo sviluppo naturale dell’uva e del vino, per arrivare ad ottenere nei prodotti tutto ciò che di più buono il nostro territorio ci può regalare! Questo metodo di lavoro richiede grande consapevolezza dei ritmi della natura e ne mostra lo straordinario fascino, donando quindi grande importanza al legame uomo – territorio – vino. Tutto nasce dall’attenzione costante verso la vigna e i suoi frutti, solo così si possono ottenere uve sane,poichè solo da uve sane può nascere un vino sano!.   Abbiamo un vigneto con vigne risalenti al 1960 che naturalmente producono pochi grappoli e che riescono a donarci uve di elevata qualità. Non chiediamo a queste signore ormai anziane di produrre oltre le loro capacità, ma le lasciamo libere di regalarci quello che la stagione, i nostri suoli e la loro età le lasciano produrre. Non siamo interessati alla quantità ma solamente alla qualità; per tale motivo riteniamo la vigna vecchia una grande fortuna. Nel nostro vigneto sono presenti esclusivamente varietà autoctone della zona, ovvero Garganega e Trebbiano di Soave per il bianco e Corvina per il rosso. In cantina vengono portate solamente uve sane, prodotto della cura meticolosa adoperata in campagna, e si lavora con scrupolosa pulizia degli ambienti e delle attrezzature che entrano a contatto con i vini. Questi due importanti aspetti  ci permettono di lavorarle in maniera semplice, evitando di andare a intervenire per modificarne le caratteristiche con manipolazioni o aggiunte di prodotti esterni. Possiamo dire tranquillamente che in cantina, come in vigneto, seguiamo la filosofia del Vino: conduciamo fermentazioni spontanee, monitoriamo giorno per giorno l’andamento della maturazione dei nostri vini e non ricorriamo a interventi invasivi come possono essere gli abbattimenti di temperatura, chiarifiche e filtrazioni di alcun genere!. I nostri prodotti rispecchiano questo tipo di filosofia con le loro caratteristiche.

Indirizzo: Via Monticelli 49, 37030 Lavagno (VR)  

Tel.:333/1504024

Mail : cantina@ilroccolodimonticelli.it

Sito: www.ilroccolodimonticelli.it

 

VINI DI LUCE

Alessandro Filippi cresciuto nell’azienda di famiglia, ha investito vari anni della sua vita lavorativa nel progetto di rinnovare il concetto di viticoltura, realizzando nuovi vigneti, mantenendo in vita e valorizzando quelli vecchi, recuperando i biotipi delle varietà autoctone che si stavano perdendo, abbracciando la filosofia dettata dalla coltivazione biologica-biodinamica implementandola con le nuove tecniche ispirate alla fisica quantistica e allo studio delle energie elettro-deboli in grado di riequilibrare le vibrazioni bio-energetiche dell’acqua e dei vari elementi presenti in natura, realizzando così una forma nuova, più giovane e dinamica, di attività vinicola. Alessandro,dedica le proprie energie e la propria ventennale esperienza, alle aziende che desiderano imboccare la strada della coltivazione biologica-biodinamica, perseguendo l’obiettivo di una vinificazione il più naturale possibile, evitando quindi l’utilizzo sconsiderato di prodotti enologici commerciali, che rischiano di creare vini incapaci di trasmettere il legame con la terra di origine. L’obiettivo principale di Vini di Luce è quello di promuovere vini che esprimono il territorio di origine grazie all’applicazione di particolari tecniche agronomiche ed enologiche in grado di rimarcare le qualità naturali delle uve prodotte, rispettando e disinquinando l’ambiente agricolo.

Nel corso della manifestazione presenterà i vini delle seguenti aziende: VINO NUOVO NOUS – AZ. AGR. MEZZALUNA – GRGIC IGOR – ZAHARA.

Indirizzo: Via San Lorenzo, 12 Soave (VR) 37038

Tel. 338/2959112

Mail: filippiale@tiscali.it

Sito: www.vinidiluce.com

 

TENUTA MARAVEJA

La Tenuta Maraveja si estende in sei ettari di terreno dei quali quattro destinati alla coltivazione della vite. Le varietà per le uve rosse sono Merlot e Cabernet Sauvignon mentre per le uve bianche esclusivamente Garganega. Il sistema d’impianto è il cordone speronato e guyot, tutti i vigneti sono inerbiti e sono inseriti seguendo la naturale morfologia del terreno. Tutti i pali di sostegno sono di castagno precedentemente tagliato e fatto stagionare dai boschi di proprietà.

Indirizzo: Via Muraroni,130 Brendola 36100 (VI) 

Tel.: 331/3737313

Mail: info@tenutamaraveja.com

 

SANTA COLOMBA

Abbiamo preso in gestione questa tenuta dai Padri Pavoniani, che la acquistarono dai Principi Giovannelli. La proprietà è di 30 ettari di cui 10 coltivati a vigneto ed i restanti 20 occupati dal parco e da abitazioni. Le varietà coltivate sono: Cabernet, Merlot, Malvasia, Garganega e Chardonnay. Lavorare in modo naturale in questo ambiente suggestivo è d’obbligo e ci carica di una grande responsabilità, ma siamo convinti che con la passione (e un po’ di incoscienza) si possano fare grandi cose.

Indirizzo: Via San Fermo, 17 – 36040 Lonigo (VI)

Tel.: 349/4650127

Mail: santacolombasa@gmail.com

Sito: www.santacolomba.webnode.it

 

AZ. AGR. CALALTA

La cantina Calalta si trova a Mussolente ai piedi del massiccio del Grappa, ai confini orientali della provincia di Vicenza. Il proprietario presta grande attenzione in vigna nel rispetto dell’ecosistema esistente, non utilizza concimi chimici e pratica la tecnica del sovescio con la semina tra i filari di graminacee e leguminose. La cantina attigua è stata completamente ristrutturata scavando nella collina la barricaia per la maturazione dei vini rossi. I vini prodotti sono il frutto della passione per il territorio del proprietario.

Indirizzo: Via Giaretta, 10 – 36065 Mussolente (VI)

Tel.: 0424/87565

Mail: nicola@calalta.it

 

BOSCHERA WINKLER

Le tecniche di vinificazione seguono le metodiche tradizionali e naturali, senza l’impiego di procedure chimiche o fisiche che possano alterare la salubrità e l’integrità nutrizionale delle uve. L’impiego di solfiti è estremamente ridotto. L’analisi multiresiduale dimostra l’assenza di tracce di prodotti fitosanitari nel vino. L’Azienda Agricola Winkler è impegnata nel recupero e nella valorizzazione dei vitigni autoctoni dei Colli Trevigiani, per la preservazione della biodiversità e della tradizione viticola secolare dell’Alta Marca.

Indirizzo: Via F. Rismondo, 2 – 31029 Vittorio Veneto (TV)

Mail: info@viniwinkler.com

Sito: www.boscherawinkler.com

 

AZ. AGR. PEZZALUNGA

L’azienda agricola Pezzalunga di Sacco Maria Rosa, coltiva sulle panoramiche colline di Monterosso a Brendola (Vicenza), due ettari di vigneto con uve Cabernet Franc al 60% e Merlot al 40% ottenendo un vino di pregiata qualità totalmente naturale, messo in bottiglia senza solfiti, filtrazioni e trattamenti.

Indirizzo: Via Monterosso 26 – 36040 Brendola (VI) – Tel.

Telefono: 335 7442159

 

MARCHE

TENUTA CA’ SCIAMPAGNE

Tenuta Ca’ Sciampagne deve il suo nome alla località catastale su cui sono piantati buona parte dei vigneti. Si trova nell’immediata periferia di Urbino, immersa nel Parco  Naturale dei Monti  delle Cesane, a soli 3 km dalla città rinascimentale che ha dato i natali al pittore Raffaello e fu dimora del Duca Federico da Montefeltro. La cantina nasce nel 2008 con il recupero di oltre tre ettari di vecchi vitigni e la piantumazione di altri sei. Si coltivano vitigni DOC come il Bianchello del Metauro e il Sangiovese dei Colli Pesaresi oltre a bianchi e rossi Marche IGT come Chardonnay, Sauvignon Blanc, Albana, Aleatico ed Alicante. Dal 2016 è in regime biologico che rispetta anche nella produzione dei vini oltre a rientrare nel disciplinare dei vini vegani.

L’altitudine media della tenuta si aggira sui 380 m slm con esposizione principale a sud,  alle falde del Parco Naturale del Monti delle Cesane (640 m slm) e dirimpetto alla catena appenninica del monte Catria (1702 m slm), monte Nerone (1525 m slm) e monte Pietralata (889 m slm), che origina un’alternanza  dicorrenti  d’aria che  rendono  pressoché indenni  i  vigneti dalle malattie più comuni alle viti. I terreni  argillosi, calcarei e ricchi di minerali regalano, assieme alle escursione termiche, fragranze, aromi e profumi  rendendo  uniche le nostre uve. Le tecniche di vinificazione sono quelle tradizionali: dalla raccolta manuale alla selezione manuale, alla diraspatura e pigiatura con vinificazioni in bianco o con macerazione pellicolare tanto per i vini bianchi che rossi, alle fermentazioni spontanee (lieviti indigeni, rari interventi sui mosti, dosi minime o assenza solforosa aggiunta). Diverso è il trattamento delle uve destinate alla produzione dei passiti che dopo la vendemmia tardiva subiscono un appassimento in fruttaia non inferiore a cinque mesi per poi in primavera essere lavorate con sistemi tradizionali. I mosti ottenuti dopo la prima fermentazione in botte di varie essenze vi restano in maturazione ed affinamento per oltre cinque anni. La tradizione è la linea conduttrice degli obiettivi produttivi della cantina.

Oggi produciamo vini naturali, sani. Termini rari per definire il nostro modus operandi e modus vivendi quanto più rispettosi della natura e del prodotto in genere. La totale artigianalità e l’assenza di alchimie in cantina rispecchiano il diritto di tutti di bere sano. Nella nostra tenuta si può parlare di terroir, dove l’apporto dell’uomo come vignaiolo e cantiniere è fondamentale, portavoce di tecniche derivanti da tradizioni antiche e innovazione.

Terroir come clima, geologia, topografia e suolo, come organismo vivente e complesso che nutre la vite che cresce sana e produttiva concentrando nei propri frutti gli aromi e sapori che la pianta può raccogliere e concentrare dal nostro territorio.

Indirizzo: Via Sant’Eufemia,  61029 Urbino (PU), Marche, Italia

Tel. 338/6579860

Mail: info@tenutacasciampagne.it

Sito: www.tenutacasciampagne.wixsite.com

 

CANTINE CAPECCI

Vini “salubri e vivi” che godono di una lunga vita e che sono prodotti vietando l’utilizzo di una serie di additivi usuali nell’enologia moderna avendo la consapevolezza che la natura crea con la sua perfezione e compromettere quel delicato equilibrio è un errore imperdonabile. A noi spetta principalmente il compito di essere dei “tutori” che controllano che la materia prima cioè l’uva sia eccezionale e che le condizioni di fermentazioni e di riposo siano perfette.

Se non ci sono queste condizioni ovviamente non possiamo produrre. Lavorare in questo modo é una sfida quotidiana, una grande fatica che solo chi ama il proprio mestiere puó sopportare. La nostra maggiore soddisfazione é quella di proporre un vino che possa stupire e conquistare nella sua naturalezza. Tralasciamo le mode, i gusti internazionali e presentiamo vino sano e vivo senza compromessi.

Indirizzo: C.da Santa Maria in Accubitú, 15 63075 Acquaviva Picena (AP)

Tel.: 320/0778665

Mail : info@cantinecapecci.com

Sito: www.cantinecapecci.com

 

FONTORFIO AZ. VITIVINICOLA

Fontorfio nasce nel 2005 da una preesistente piccola cantina che produceva vino per proprio consumo e per una piccola vendita di sfuso. Sin dall’inizio si è proceduto alla modifica, tuttora in corso, degli impianti esistenti adattandoli alla produzione di uve di maggiore qualità con una minore produzione, cambiando la tipologia di potatura ed in qualche caso mediante espianto e reimpianto in posizioni più favorevoli. Dal punto di vista della conduzione si è passati da subito per proprie convinzioni di eco sostenibilità all’agricoltura biologica. Tale scelta si spinge di anno in anno all’utilizzo sempre maggiore di prodotti alternativi, completamente naturali, cercando di utilizzare sempre meno prodotti tradizionali quali rame e zolfo comunque autorizzati dall’agricoltura biologica. Per questo motivo ad oggi si fa uso di prodotti quali: spore di muffe antagoniste, oli essenziali, estratti di diverse piante (ortica, equiseto, achillea ecc.), estratti d’alga, acidi umici (da humus di lombrico), propoli. Le concimazioni avvengono mediante la semina tra i filari con successivo sovescio di piante che arricchiscono il terreno (favino, veccia, lupino, pisello selvatico ecc.). Le lavorazioni in vigna sono tutte eseguite rigorosamente a mano dalla potatura alla vendemmia in piccole cassette per arrivare alla vinificazione con grappoli integri e non favorire ossidazioni o contaminazioni e poter limitare l’utilizzo di solforosa.

Indirizzo: 63067 Cossignano (Ascoli Piceno)

Tel. 0735 736076

Mail: info@fontorfio.it

Sito: www.fontorfio.it

 

FRIULI VENEZIA GIULIA

GASPARE BUSCEMI

Come ho sempre dichiarato, e come chiaramente appare in ogni mio documento, anche se da qualche anno conduco una piccola vigna, non sono un viticoltore classico ma un enologo che ormai dal 1966 opera per il viticoltore che nel vino realizza la sua vigna.
Infatti, quale responsabile dei neo costituiti Consorzi di tutela vini “Collio” e ”Isonzo”, già allora ho organizzato i primi servizi di assistenza enologica ai viticoltori che cominciavano a vinificare ed imbottigliare e, nel 1973, ho aperto la mia attività imprenditoriale, la prima in Italia, di servizi operativi e formativi di cantina, dalla lavorazione delle uve all’imbottigliamento, oltre che di assistenza tecnica
Professionalmente, ho anche proposto, organizzato e realizzato, per i viticoltori del comune di Carema (TO), la prima condotta enotecnica, tanto voluta da Luigi Veronelli, servizio che ha certamente contribuito per un ventennio al mantenimento di quella viticoltura eroica e al rilancio del “Carema”.
Il contatto con viticoltori delle più tradizionali zone di produzione italiane, ma anche francesi, ancora legati all’enologia contadina degli inizi del 1900, ha motivato il mio impegno per una “enologia naturale e artigiana” nella convinzione che questa sia l’unica strada capace di esprimere, oltre alla cultura dell’uomo, “contadino” in vigna ma “artigiano” in cantina, la qualità territoriale delle uve nelle sue massime espressioni ciò che porterebbe il nostro viticoltore al prestigio del vigneron.
Infatti, da una enologia inevitabilmente naturale e artigiana, perché in tempi molto prima dell’era industriale, sono nate in Francia le produzioni territoriali sulla cui qualità, universalmente riconosciuta, è costruita l’inarrivabile immagine di mercato del vino francese.
Per questa enologia, fatta di attenzioni piuttosto che di tecnologia industriale inevitabilmente standardizzante, ho progettato e costruito tutte le attrezzature con le quali sono state prodotte, con le uve dei viticoltori con i quali ho collaborato, tutte le innumerevoli bottiglie in riserva nella mia cantina a partire dal 1982.
Sempre più, queste bottiglie, – circa 300.000 nelle diverse tipologie – e particolarmente quelle di più lunga riserva, dimostrano che il vino italiano prodotto naturalmente e artigianalmente ha la possibilità di competere e di affermarsi ai massimi livelli del mercato internazionale.
Nel 2011, particolarmente a scopo di completamento e ricerca professionale, ho realizzato un piccolo vigneto, circa 1 ettaro, che conduco secondo criteri biodinamici anche se non certificati.

Indirizzo: loc. zegla 1 bis 34071 Cormons (GO)
Telefono: 0481/60798
Mail: info@gasparebuscemi.com

Sito: www.gasparebuscemi.com

 

SAN LURINS

Il nome nasce per gioco, quando una persona cara, assaggiando il vino ancora senza nome, per sottolinearne la salinità e la ricchezza minerale la descrive come “marina”, appunto. Il logo dell’azienda invece è un tributo al nonno, instancabile lavoratore che però non ho avuto il piacere di conoscere quanto avrebbe meritato.
Il nostro obiettivo è prendersi cura delle piante di vite che abbiamo la fortuna di coltivare, far in modo che siano più longeve possibili, solo così si riesce ad ottenere un’uva superiore. Il loro benessere e quello delle terre dove crescono sono la misura della qualità del nostro vino.I nostri vigneti si trovano nel comune di San Lorenzo Isontino, provincia di Gorizia, territorio che geograficamente è delimitato a nord dalle colline del Collio e a sud dalla riva destra del fiume Isonzo. In un raggio di 40 km troviamo sia il mar Adriatico, che con le sue correnti favorisce escursioni termiche, sia le Alpi Giulie, che schermano il territorio dai gelidi venti settentrionali, queste condizioni unite alle ottimali caratteristiche del suolo permettono la maturazione di uve di grande pregio.

Indirizzo: Via Gavinana 32, 34070 San Lorenzo Isontino, Gorizia (IT)
Telefono: 340 574 3975
Mail: sanlurins@gmail.com

Sito: www.sanlurins.com

 

AQUILA DEL TORRE

Tutte le operazioni di campagna seguono procedure rispettose dell’ambiente secondo i metodi di agricoltura biologica. In questo modo, attraverso pratiche agronomico-colturali che favoriscono la diffusione di insetti benefici e mantengono attivo l’inerbimento del terreno, si punta a valorizzare la già fortunata realtà agronomico-naturale.

Le uve, raccolte esclusivamente a mano, vengono conferite, selezionate e vinificate nella cantina multi-piano: per il passaggio delle uve dalla zona di conferimento a quello di pressatura viene sfruttata esclusivamente la forza di gravità. Nello spazio più asciutto e ventilato della cantina si trova una sala appositamente destinata all’appassimento naturale delle uve.

Aquila del Torre intende esaltare il territorio di origine delle uve, valorizzando la tipicità di ogni varietà. I vini rivelano la caratteristica nota di mineralità e di intrinseca freschezza ed esprimono un interessante evoluzione in bottiglia. I vini bianchi derivano da una vinificazione semplice e rispettosa del frutto di origine, attraverso la fermentazione alcolica spontanea e l’inibizione della fermentazione malolattica. I vini rossi sono ottenuti attraverso una efficacie macerazione sulle bucce e da fermentazioni spontanee.

Indirizzo:  Via Attimis, 25 — Fraz. Savorgnano del Torre 33040 Povoletto (Ud)

Tel.: 0432 666428

Mail:  info@aquiladeltorre.it

Sito: www.aquiladeltorre.it

 

ABRUZZO

AZ. AGR. DI CATO

Siamo sulle colline di Vittorito, all’incrocio tra i parchi della Majella, Morrone e Sirente, in un piccolo borgo, dell’entroterra abruzzese, che racconta con orgoglio una storia vitivinicola millenaria. E’ quiche nasce il Montepulciano d’Abruzzo. Nei secoli mastri innestatori e bottai, mediatori di vino e contadini hanno popolato questa terra circondata da monti, attraversata da venti e fiumi. Terra di grandi escursioni termiche, terreni argillosi e calcarei che si alternano a terre nere e sassose, ad un’altimetria media intorno ai 400 mt. s.l.m.
Nonno Mariano era uno di quei contadini che aveva appreso l’arte dell’innesto per sopravvivere al periodo post fillossera. E’ grazie a lui se oggi Francesco e Mariapaola, padre e figlia, sono custodi di circa un ettaro di vigneto di uve di Montepulciano che trasformano in Nonno Mariano Montepulciano d’Abruzzo e in Eughenos raggio di luna Cerasuolo d’Abruzzo. Se il rosato vinificato per salasso li rende noti per distinguersi dalle vinificazioni convenzionali che non rendono giustizia all’unicità di questo vino e del suo territorio è Eughenos raggio di sole la chicca dell’azienda. 1200 bottiglie circa, a seconda dell’annata, di Malvasia caratterizzate da più accurate lavorazioni manuali sia in vigna che in cantina dove le uve sono ancora de-raspate a mano e fermentano spontaneamente con macerazione sulle bucce. Tanta passione che solo nel 2005 Francesco e Mariapaola decidono di trasformare in una piccola realtà produttiva che con il sogno di crescere, oggi coltivai propri vigneti con gran cura e rispetto dei principi della natura.
“La mano dell’uomo deve essere come la mano di un padre che segue i propri figli con cura e amore, intervenendo solo quando è necessario nel più profondo rispetto della loro Natura.”
Naturale è soprattutto uno stile di vita e per Mariapaola che ama andare scalza tra i filari è una condizione necessaria dell’essere per potersi avvicinare alla ”vitae” e comprendere i principi della natura. In vigna e in cantina vige il minimo intervento. Escluso l’uso di pesticidi o erbicidi, si lavora con taglia-erbe e zappa mentre per le concimazioni sovesci di leguminose di diverse specie. I trattamenti prevedono rame e zolfo soltanto se necessari in relazione alle situazioni climatiche. In cantina ad eccezione di bassissimi quantitativi di solforosa non viene utilizzata chimica di nessun tipo ma si lavora secondo il principio che l’uomo non può fare meglio di madre natura, può solo accompagnare le uve nella trasformazione scegliendo quella che è la vinificazione più adatta alla valorizzazione di quel vitigno in quel territorio. Fermentazioni spontanee, decantazioni naturali, affinamenti in piccoli contenitori dalle damigiane di vetro per la malvasia, all’acciaio e legno per il montepulciano. I vini dal 2014 sono certificati biologici.

Indirizzo: Via Colle della Fonte, 14, 67030 Vittorito AQ

Telefono: 349 2481784 – 0864/727389

Mail: vinicoladicato@alice.it

Sito: www.vinidicato.it

 

AZ. VITIVINICOLA RASICCI

L’azienda venne acquistata nel 1918 da Pietro Rasicci di ritorno dall’America, dove aveva lavorato 15 anni nelle ferrovie. Il figlio, Americo Rasicci, ha condotto l’azienda fino al 2003 e successivamente l’ha affittata a suo figlio, Emanuele Rasicci, l’attuale titolare. L’obiettivo è quello di mantenere l’azienda nelle sue ridotte dimensioni. Il lavoro dei prossimi anni sarà mirato al miglioramento qualitativo del nostro prodotto principale, il vino, e dell’agriturismo.

Indirizzo: Via San Giuseppe 26, 64010, Controguerra (TE)

Tel.: 389/3497969

Mail: info@vinirasicci.it

Sito: www.vinirasicci.it

 

SLOVENIA

MOVIA

Dal 1700 la famiglia Movia abita le splendide colline del Collio sloveno, il Brda, ma è dal 1820 che, con il matrimonio della figlia dei Movia con il signor Kristancic, ebbe inizio la coltivazione delle viti e la produzione di vino. A partire da allora i vini di Movia si sono imposti in tutta la Slovenia come espressioni dinamiche, affascinanti, tradizionali e genuine, la cui fama ha oggi travalicato i confini nazionali.
Dopo la seconda guerra mondiale, grazie all’impegno profuso dai Movia nella campagna di liberazione della Jugoslavia dalle truppe naziste, la cantina ottenne dal generale Tito il privilegio di completa autonomia: le vigne non vennero nazionalizzate e la famiglia Movia continuò a produrre vini con grande libertà, nella ricerca continua per l’alta qualità. L’obiettivo è sempre stato quello di produrre vini che potessero essere considerati tra i migliori d’Europa. Le vigne dei Movia si estendono per circa 20 ettari tra la regione del Brda e il Collio italiano.
Sono passati molti anni ma la filosofia della cantina Movia, oggi guidata dall’intraprendente Ales Kristancic, ha mantenuto immutate le proprie convinzioni: rispetto e amore per la propria terra, fierezza e orgoglio di appartenere ad uno dei territori vinicoli più belli al mondo, il Brda. I vini di Movia, prodotti con metodi tradizionali, nel rispetto del territorio, senza ricorso alla chimica né in vigna né in cantina, sono un’icona anticonvenzionale di stile ed eleganza e la testimonianza di come si posso essere assolutamente moderni rimanendo fedeli alle pratiche enologiche più tradizionali e genuine.

Indirizzo: Ceglo,18 – 5212 Dobrovo Slovenija

Telefono: +386 53959510

Mail: movia@siol.net

Sito: www.movia.si

 

COTAR

L’azienda e i vigneti si trovano nella zona occidentale della regione del Carso, nei pressi del villaggio di Gorjansko ubicato a pochi chilometri dal mare. Nonostante la famiglia avesse da sempre una tradizione vinicola, l’azienda è sorta dal nulla nel 1974 e ha commercializzato le prime bottiglie nel 1990. I vigneti si estendono su una superficie di circa 7,5 ettari. I vitigni coltivati sono Refosco, Cabernet Sauvignon, Merlot, Malvasia, Sauvignon e Vitovska. La densità d’impianto è di 7300 ceppi per ettaro coltivati a Guyot semplice, con rese basse che possono variare da 3.500 a 4.000 kg per ettaro. La vendemmia viene fatta in tardo autunno, quando l’uva raggiunge la maturità fenolica. Sia in vigna che in cantina i processi sono ancora in linea con i metodi tradizionali tramandati dalle generazioni precedenti. Tutte le operazioni di vinificazione avvengono nella cantina scavata nella roccia, l’ambiente ideale per garantire al vino le migliori condizioni evolutive. La macerazione dei vini bianchi dura dai 4 ai 10 giorni, mentre quella dei rossi può durare anche 20 giorni. La fermentazione con lieviti indigeni viene fatta in botti di rovere che vanno dai 225 ai 2000 litri, senza effettuare interventi sulla temperatura del mosto e senza l’aggiunta di zolfo. Il vino affina in botti usate dalla capacità che varia da 225 a 2000 litri. I tempi di maturazione vanno dai 2 ai 3 anni per i vini bianchi e dai 4 ai 5 anni per rossi. Vengono dunque imbottigliati senza essere filtrati in modo da non impoverire la natura del vino stesso, la presenza di un eventuale sedimento nella bottiglia è quindi del tutto naturale e non rappresenta un difetto.

Indirizzo: Gorjansko 4a, Si-6223 Komen, Slovenija

Tel.: +386/41870274

Mail: info@cotar.si

Sito: www.cotar.si

 

 

FOOD E ALTRO :

ABRUZZO

AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA LU CAVALIRE

L’azienda agricola biologica “Lu’ Cavalire“ nasce da un’iniziativa personale di Paolo Rossi nell’aprile del 2009. I motivi principali che mi hanno spinto ad intraprendere questa nuova vita sono legati alla voglia di vivere a stretto contatto con la natura, di cui sono estremamente appassionato e rispettoso. Proprio per questo motivo l’azienda agricola è stata inserita da subito nel regime di agricoltura Biologica, cosa in cui credo fortemente.
Nel segno della tradizione e del legame con il nostro territorio ho dato il via a questa giovane impresa. Da qui l’idea di volerla dedicare alla persona che più di 50 anni fa, da questi terreni, iniziava a ricavarne i generosi frutti: mio nonno Attilio, meglio conosciuto come “Lu’ Cavalire”, “Il Cavaliere”, carica attribuitagli per i suoi meriti in campo lavorativo.

Indirizzo: c.da Vallone, 64032 Fontanelle di Atri (TE)

Telefono: 339 3631449

Mail: info@lucavalire.com

Sito: www.lucavalire.com

 

AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA ROTOLO GREGORIO & C.

Poco distante dal Bio Agriturismo si trovano le stalle con gli allevamenti di animali. L’azienda comprende l’allevamento di pecore, mucche e capre. I prodotti derivanti dall’allevamento (carni e latticini biologici ) hanno riconoscimenti in ambito nazionale ed internazionale e sono distribuiti presso il punto vendita di Scanno o presso il Bio Agriturismo Valle Scannese. La nostra azienda ha ricevuto Certificazione Biologica dall’ente ICEA.

Indirizzo: località Valle Scannese, 67038 Scanno (AQ)

Telefono: 348/2886912

Mail: info@vallescannese.com

Sito: www.vallescannese.com

 

CAMPANIA

BEROLÀ DISTILLATI

Berolà distillati nasce dalla passione di Antonio Di Mattia per la distillazione.
L’alcol dei nostri distillati di frutta è ottenuto direttamente dalla fermentazione spontanea di frutta scelta, e non presenta aggiunta né di zuccheri né di aromi di sintesi. Scegliamo unicamente le varietà autoctone e ne interpretiamo il carattere in fase di distillazione senza violarne le peculiarità. La ricerca e il recupero di frutti antichi rende alcuni dei nostri distillati produzioni esclusive. L’azienda conta 2 ettari di frutteto con varietà rustiche trattate secondo i criteri dell’agricoltura biologica, requisito indispensabile per far avvenire le fermentazioni spontanee con i lieviti indigeni della frutta. Gli alberi antichi spesso abbandonati dai coltivatori locali rischiano in alcuni casi l’abbattimento perché poco “fruttuosi”. Così alcune varietà le recuperiamo in giro per il territorio in modo da poter ridare il giusto valore ai frutti dimenticati e poter salvaguardare il nostro patrimonio fatto di sapori autentici e antiche percezioni. Il nostro impegno è anche la nostra filosofia operativa.La nostra è una produzione artigianale di circa 1500 bottiglie annue. Le etichette sono scritte a mano per dare testimonianza del valore che diamo ad ogni singola bottiglia. Le rese in alcol possono variare dal 2% al 5% a seconda dei frutti e del loro tenore zuccherino. Da 100kg di frutta si riescono a produrre mediamente 7 litri di distillato alla gradazione alcolica del 41%.Tecnica di distillazione: doppia distillazione a bagnomaria metodo discontinuo.

Indirizzo: Corso Vittoria 3 Portico di Caserta (CE)

Telefono: 3299520659

Mail: info@beroladistillati.it

Sito: www.beroladistillati.it

 

LOMBARDIA

PASSION COCOA

Alle porte di Milano, Paolo ed Elena hanno aperto nel 2004 questo laboratorio dedicato al cioccolato dove si presta la massima attenzione alla selezione delle materie prime: le fave di cacao in primis e poi tutti quegli ingredienti che si richiamano al passato come l’uva passa di montagna, le castagne affumicate, i lamponi e la zucca mantovana… per sapori antichi con una veste moderna e accattivante, curata dalla designer Elena. Ecco allora le tavolette di cioccolato fondente e al latte con l’aggiunta di prodotti naturali, le creme spalmabili dai gusti decisi, i tartufi dal ripieno morbido, il preparato per cioccolata calda in tazza, la pasta di nocciola pura con nocciole Piemonte e i cioccolatini senza zucchero. Passion Cocoa produce anche un’ottima miscela per caffè arabico 100% e la pasta secca al cacao.

Indirizzo: Via Grigna, 2 Rho, Milano

Telefono: 3409356709

Mail: passioncocoa@gmail.com

www.passioncocoa.blogspot.it

 

ORTO CICLO

Ortociclo propone prodotti liberi di sostanze dannose per l’organismo umano e per l’ambiente, ricchi di nutrienti e che rispettino la stagionalità, offrendo un servizio che faciliti al massimo il loro approvvigionamento. Un altro importante obbiettivo che si pone Ortociclo è quello di costruire tra se, i produttori e il cliente, uno stretto rapporto reciproco di trasparenza, fiducia ed armonia. Ortociclo ritiene necessario mettersi in prima linea per l’abbattimento delle emissioni di CO2 nell’atmosfera e nella riduzione dell’impronta ecologica in merito alla filiera di produzione/confezionamento/trasporto. Per questo viene offerto un servizio di consegna a zero emissioni e l’opportunità di affidarsi ad un consumo più critico, mirando alla riduzione dell’impatto ambientale che queste scelte comportano.

Indirizzo: Brescia

Telefono: 349/129219

Mail: info@ortociclo.it

www.ortociclo.it

 

EMILIA ROMAGNA

TORREFAZIONE LADY CAFFÈ

La Torrefazione Lady Cafè di San Secondo Parmense è una delle 25 torrefazioni italiane scelte per far parte de “L’eccellenza delle torrefazioni italiane”, la prima guida digitale, realizzata da De’Longhi e Slow Food Educazione.La scelta delle torrefazioni da inserire nella guida è stata difficile e complicata: Gabriella Baiguera, autrice ed esperta di caffè, ha girato l’Italia per circa 3 mesi durante i quali ha raccolto le storie, studiato i metodi di lavorazione del caffè, valutato le origini o miscele proposte e solo al termine di questo importante lavoro ha selezionato le migliori 25 che sono oggi presenti ne “L’eccellenza delle torrefazioni italiane”.Nel verde della campagna parmense, a San Secondo, c’è un luogo dove la degustazione del caffè diventa un’esperienza mistica. E’ la cascina nella quale ha sede Lady Cafè: qui Massimo Bonini e Nicoletta Montini accolgono i loro ospiti presso la sala degustazione, per accompagnarli in un viaggio dei sensi ogni volta diverso, così come differenti sono le loro origini e i metodi di estrazione. Ai clienti raccontano la loro battaglia per valorizzare questa preziosa materia prima. Il loro impegno consiste nel fornire un ottimo caffè Arabica monorigine, con piena tracciabilità.

Indirizzo: Str. di Mezzo, 5 Loc. Martorano, 43017 San Secondo Parmense PR 

Telefono: 0521 371091

Mail: info@torrefazioneladycafe.com

Sito: www.torrefazioneladycafe.com

 

MAURIZIA GENTILI

L’artista Maurizia Gentili crea un ribaltamento del senso comune che non mancherà di dividere tra estimatori e benevoli curiosi da una parte, gli oltranzisti della sacralità della pittura dall’altra.Eppure non esiste alcun intento rivoluzionario nell’opera di Gentili, ma soltanto un sincero attaccamento alle sua radici piacentine, le stesse alle quali si abbeverano quelle dei vitigni del territorio dal cui frutto l’artista trae i colori per i suoi lavori.Nata a Piacenza, studi all’Istituto d’Arte F. Gazzola, ha esposto dal Giappone agli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna all’Austria. Tante le mostre in Italia, ma il contesto in cui si esalta la sua attività sono le manifestazioni enogastronomiche, a partire dal Vinitaly, Vino in-dipendente a Calvisano BS e dal Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti di Piacenza. E’ possibile che la incontriate anche in cantine importanti o alla presentazione di nuovi vini.Le tecnica maggiormente usata è l’acquaforte, i soggetti più presente le nature morte e i paesaggi. Il tutto grazie ai pigmenti dei vini, soprattutto quelli del piacentino, dei quali ormai Gentili conosce perfettamente le reazioni una volta venuti a contatto con il foglio. La sua pittura si fissa infatti grazie all’ossidazione di tannini e antociani che si asciugano sulla carta.Sono naturalmente prilegiati i vini rossi, come Gutturnio, Schioppettino, Sangiovese, Lambrusco, Barbera, ma anche bianchi come l’Ortrugo e il Pignoletto, nonché con la Malvasia Rosa

 

Telefono: 338/6440034

Mail: maurizia.gentili@alice.it

Sito: www.lecartedimauri.blogspot.it

 

CAMPANIA

SUCCO D’UVA

SUCCO D’UVA si pone come obiettivo la scoperta e la valorizzazione dei vignaioli che producono vino nella maniera più naturale possibile in vigna e senza manipolazioni in cantina, in modo da ottenere un vino che rispecchi fedelmente il vitigno, la stagione climatica e il terroir in cui si trova.
Presenteremo serate con l’intento di far fare un percorso di crescita culturale che porti a gustare con piacere e maggior consapevolezza i vini naturali cercando di far avvicinare sempre più persone verso questo mondo così bello ma così differente.

Indirizzo: Firenze

Telefono: 339/1129519

Mail: succoduvatasting@gmail.com

 

SICILIA

VALDIBELLA

L’industria non é mai stata presente a Camporeale.
Questa regione ha sempre avuto una vocazione agricola. A partire dagli anni 50, anch’essa ha iniziato a fare il gioco di un agricoltura… più industriale. Eppure é sempre stata considerata svantaggiata. Senza avvenire. Nel corso degli anni la biodiversità é declinata, i suoli si sono impoveriti così come la gente.  Valdibella, é la decisione forte di voltare le spalle ad un passato ormai superato. Bisognava riappropriarsi di questa terra piena di promesse: per osservarla, conoscerla, ascoltarla meglio, per proteggerla e rispettarla. Per capire infine di cosa aveva bisogno per nutrirsi e per rifiorire. Perché i terreni che coltiviamo sono veramente vivi.
Coltiviamo tutti le nostre terre con il metodo biologico: una scelta naturale. L’olio Valdibella viene prodotto da olive coltivate nei terreni dei propri associati ricadenti nei comuni di Camporeale e Monreale. La pianta di olivo cresce bene nel clima mediterraneo e si adatta a diversi tipi di suolo Nelle nostre tenute L’olivo viene coltivato in collina per evitare il ristagno idrico su suoli di natura varia, generalmente medio impasto con buona presenza argillosa. La Mandorla in Sicilia é molto presente nella tradizione alimentare, viene adoperata per svariati usi, tal quale sia sgusciata che pelata, nella preparazione del latte di mandorla, per i biscotti, per il marzapane, per la produzione del pesto alla siciliana e in molte altre ricette.

Valdibella produce con metodo biologico la Timilia (o Tumminia), antico grano siciliano non modificato geneticamente. Recenti studi hanno provato che l’elevata presenza di fibre interne alla cariosside del grano Timilia, lo rendono particolarmente pregiato dal punto di vista nutrizionale. Inoltre, il glutine debole fa di questa varietà un prodotto molto digeribile e ben tollerato dall’intestino umano. Per la produzione della pasta, viene usata acqua proveniente da una sorgente, che non ha un’agricoltura industriale a monte. Viene essiccata a basse temperature ed in tempi lunghi, al fine di mantenere tutti i principi nutritivi ed i contenuti organolettici presenti nella materia prima.

Indirizzo: via Belvedere, 91- 90043 Camporeale PALERMO

Tel: 0924 1915820

Mail: info@valdibella.com

Sito: www.valdibella.com
ALTRO

POSSIBILIA EDITORE

Il sito
Dopo una laboriosa (e avventurosa) preparazione, a ottobre 2009 esce il numero zero di www.possibilia.eu, periodico online per curiosi, diretto da Samuel Cogliati. Una realizzazione che riflette l’orizzonte libero e senza preconcetti della nostra linea editoriale.
Da subito, un gruppo di autori aderisce al progetto, alcuni dei quali formano il nucleo redazionale più stabile.
Possibilia si non si propone di fornire informazione in senso stretto: tante altre testate più veloci e attrezzate ricoprono già questo ruolo. La nostra rivista desidera offrire ai suoi lettori contenuti insoliti, dando diritto di cittadinanza a temi o chiavi di lettura spesso trascurati o snobbati. Un periodico generalista a 360 gradi? Solo in parte. Possibilia non funziona per compartimenti tematici, ma per modalità di approccio alla materia. Accoglie così una sezione per Dilettarsi, una per Pensare e una per Sorridere.
Con la nuova versione della rivista, inaugurata nel 2012, abbiamo deciso di aggiungere una sezione (le Rubrilie) dedicata alle nostre passioni: il vino, il rugby e il viaggio.
Infine, dall’estate 2015, possibilia.eu cambia pelle, per diventare un “semplice” e più agile sito di lettura, e abbandona i panni della pubblicazione registrata.
I libri
Nel 2010, gli esiti incoraggianti della rivista e il desiderio di ampliare il progetto editoriale dànno vita alla parte cartacea della nostra attività. Se abbiamo iniziato con un libro di rugby, la nostra scelta ha poi vertito soprattutto sul vino, in particolare su quello francese. Più recentemente ha iniziato a svilupparsi anche una sezione di ebook, il cui scopo primario è continuare a rendere disponibili in forma elettronica i titoli cartacei esauriti, e proporre pubblicazioni più improntate all’attualità.

Tel: 339/3108809

Mail: info@possibilia.eu

Sito: www.possibilia.eu